Provincia – Bacino Fiume Sacco, scende in campo Stirpe | TG24.info
Aggiornato alle: 19:42 di Martedi 19 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Provincia – Bacino Fiume Sacco, scende in campo Stirpe

 ULTIME NOTIZIE
Provincia – Bacino Fiume Sacco, scende in campo Stirpe
02 Agosto
09:03 2016

 

 

Sulla bozza di riperimetrazione del <Bacino Fiume Sacco> scende in campo, con una lettera indirizzata alle massime autorità, Maurizio Stirpe presidente di  Unindustria.

Bozza di riperimetrazione Sin <Bacino Fiume Sacco> Maurizio Stirpe Presidente di Unindustria ha scritto una lettera indirizzata al Ministero dell’Ambiente, al Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ai Sindaci dei Comuni che fanno parte del bacino Valle del Sacco, alla Provincia di Frosinone, alla Direzione Generale Arpa Lazio e per conoscenza al Consorzio Asi di Frosinone.

<A nostro avviso – scrive Stirpe-  i criteri utilizzati per la definizione di questo perimetro, la gran parte fondati sulla potenzialità, avrà come risultato finale di vincolare ed assoggettare ad oneri vaste porzioni di territorio e quindi le aziende che vi sono ubicate. Andrebbe pertanto  effettuata una valutazione più puntuale tenendo innanzitutto presente le particolari peculiarità del territorio e delle aziende che sarebbero coinvolte,  sia in termini di conformazione che  caratteristiche e,  di pari passo,  individuato un sistema di “governance” che definisca innanzitutto il quadro di riferimento, le regole, la certezza e la tempistica degli  iter autorizzativi  necessari, opportunamente semplificati.

Infine appare imprescindibile- continua il presidente  di Unindustria – predisporre contemporaneamente anche un piano di sviluppo e di valorizzazione di ampio respiro capace di disegnare una cornice e una prospettiva di rilancio della Valle del Sacco in grado di  rendere perseguibili  le attività di bonifica che comunque si dovranno avviare.

In ogni caso sarà auspicabile la condivisione e l’accettazione della proposta avanzata dal Consorzio Asi di Frosinone nella Conferenza dei Servizi del 15 Dicembre scorso  a farsi carico, in qualità di soggetto attuatore, degli interventi sulle aree di competenza con l’ausilio di risorse pubbliche. In questo modo molte attività preliminari, propedeutiche e successive alla nuova perimetrazione  potrebbero essere  facilitati aziende>.

Red. di Frosinone

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS