Aggiornato alle: 09:24 di Martedi 1 Dicembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Provincia – Annegata in piscina a Sperlonga, tre rinviati a giudizio

 ULTIME NOTIZIE
Provincia – Annegata in piscina a Sperlonga, tre rinviati a giudizio
24 Settembre
11:15 2020
Sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo i tre indagati per la morte Sara Francesca Basso la tredicenne di Morolo annegata nella piscina del Grand Hotel Virgilio a Sperlonga.

Il 27 gennaio prossimo dovranno comparire alla prima udienza Mauro Di Martino e Francesco Saverio Ermini, rispettivamente di 41 e 68 anni amministratore di fatto e amministratore legale della società dell’albergo ed Ermanno Corpolongo 55 anni di Itri costruttore della piscina. La tragedia Come si ricorderà è avvenuta il 12 luglio del 2018 quando la ragazzina che si stava godendo le vacanze con i familiari in quell ‘albergo mentre stava nuotando nella piscina è stata trattenuta sul fondo da un bocchettone di aspirazione dell’impianto idromassaggio Purtroppo la forza di quella aspiratore pari a 480 kg non ha permesso alla piccola Sara di ritornare in superficie. Secondo la procura si tratta di una morte che poteva essere evitata se non si fosse peccato di imperizia. Le numerose irregolarità emerse dai rilievi effettuati dai tecnic incaricati dalla procura hanno portato il Gup del tribunale di Latina a decidere di rinviare a giudizio tutti e tre gli indagati. La famiglia Basso sarà rappresentata dall’avvocato Maria Minotti del foro di Frosinone.

Mar. Ming.

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS