Aggiornato alle: 21:32 di Mercoledi 22 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Pontecorvo – I Carabinieri arrestano campione di pugilato

 ULTIME NOTIZIE
Pontecorvo – I Carabinieri arrestano campione di pugilato
23 Novembre
10:35 2016
I carabinieri di Pontecorvo questa mattina hanno arrestato, su ordine di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Cassino, il pugile avezzanese Ivan Di Berardino, 34 anni con l’accusa di tentata estorsione. Insieme a lui sono finiti in manette Marco Lucantoni, 40 anni, di Avezzano, e una ragazza romena.

I fatti risalgono al mese di luglio e le indagini sono andate avanti fino a ora permettendo ai militari dell’arma della compagnia di Pontecorvo di presentare un fascicolo alla magistratura. I carabinieri hanno raggiunto il campione dei pesi massimi nella sua abitazione di Avezzano e lo hanno portato via. Non ha opposto resistenza ed è stato accompagnato in caserma per i riti del caso. Lucantoni era stato arrestato a luglio a Pontecorvo, nel Frusinate, mentre era in compagnia di un sedicenne di Tagliacozzo. In quella occasione non era sfuggita ai carabinieri la presenza di Di Berardino sul posto che era stato identificato e denunciato perché alla guida senza patente.
Di Berardino, con un passato burrascoso, sembrava stesse chiudendo con il passato e con precedenti penali risalenti a prima del 2011. Negli ultimi anni non aveva avuto più a che fare con la giustizia aveva cercato di ricostruirsi una vita dedicandosi ai cavalli e all’attività sportiva. Aveva ottenuto ottimi risultati nella categoria dei pesi massimi ed era proiettato verso la sfida per il campionato italiano.  L’arresto per estorsione, segna una battuta d’arresto nella sua carriera pugilistica. Di Berardino e gli atri due arrestati sono difesi dall’avvocato Antonio Pascale.

Maggiori dettagli verranno forniti, nel pomeriggio di oggi, durante una conferenza stampa presso la sala riunioni del Comando provinciale Carabinieri Frosinone.

Angela Nicoletti

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE