Pontecorvo – Effetto Coronavirus: Terza missiva del sindaco Rotondo e dell’assessore Narducci per la riapertura dell’ospedale | TG24.info
Aggiornato alle: 00:03 di Martedi 15 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Pontecorvo – Effetto Coronavirus: Terza missiva del sindaco Rotondo e dell’assessore Narducci per la riapertura dell’ospedale

 ULTIME NOTIZIE
Pontecorvo – Effetto Coronavirus: Terza missiva del sindaco Rotondo e dell’assessore Narducci per la riapertura dell’ospedale
16 Marzo
22:30 2020

 

 

“E’stata rinnovata ( dopo le lettere inviate il 6 marzo e il 15 marzo) la richiesta di apertura dell’ospedale Pasquale Del Prete di Pontecorvo.

Tale richiesta alla luce del fatto che si stanno riaprendo reparti di malattie infettive presso la casa della Salute di Gaeta, si sta riaprendo presso la Columbus di Roma posti letto per la terapia intensiva e posti letto di area medica presso l’ospedale di Alatri per decongestionare l’ospedale di Frosinone, e visto che il presidente della Regione Lazio Zingaretti e l’assessore alla sanità Alessio D’amato hanno annunciato da un pezzo l’uscita dal commissariamento della sanità. Ma soprattutto visto che in passato la Provincia più saccheggiata con la chiusura di ben 7 ospedali, compreso il glorioso ospedale Del Prete, è stata la nostra”. Così il sindaco Anselmo Rotondo e l’assessore alla sanità Gianluca Narducci, in una nota congiunta, rinnovano la richiesta di apertura dell’ospedale Pasquale Del Prete di Pontecorvo.

“La nostra proposta è di attivare l’ospedale riunito Cassino-Pontecorvo concentrando l’area dell’emergenza a Cassino e spostare l’area medica a Pontecorvo. In questo modo si si decongestiona l’ospedale di Cassino. Già in regione abbiamo di questo esempi diversi come in provincia di latina esiste l’ospedale riunito Terracina – Fondi. Il nostro è un appello a tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione”, hanno aggiunto.

“In questo momento di difficoltà sanitaria siano uniti per la stessa causa il bene di questa provincia e di adoperino per migliorare la sanità pubblica che ripeto troppo già abbiamo pagato scelte scellerate che oggi ancora stiamo pagando il prezzo.i cittadini di questa provincia meritano una sanità migliore non siamo cittadini di serie b. La struttura sanitaria di Pontecorvo ex ospedale Del Prete con tutto il rispetto vi sono poche strutture di questo livello nella regione Lazio. In questi anni per la ristrutturazione sono stati investiti diversi milioni di euro. Ci sono ancora le sale operatorie nuove inaugurate e costate alle tasche dei cittadini circa tre milioni di euro e dopo circa un anno e mezzo chiuse. Qualche mese fa é uscito il progetto definitivo per un milione e mezzo per la ristrutturazione della struttura. In questi giorni i cittadini di tutto il territorio ci stanno chiedendo a gran voce la riapertura dell’ospedale Del Prete già una settimana fa abbiamo chiesto questo in una nota inviata dal premier Conte, al ministro Speranza, al presidente Zingaretti e all’assessore alla sanità Alessio D’amato e al direttore generale Lorusso. Ribadiamo la stessa cosa, con il progetto dell’ospedale riunito, e facciamo anche un appello a tutti gli esponenti politici regionali e nazionali di questa provincia che non ci lascino soli in questa giusta battaglia. Invito anche il presidente della consulta alla sanità della provincia di Frosinone e il dottor Ottaviano ad intercedere per questa giusta causa e lo ringrazio perché qualche giorno fa già ha chiesto pubblicamente l’apertura dell’ospedale di Pontecorvo.”

 

IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS