Aggiornato alle: 11:02 di Mercoledi 16 Gennaio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Piglio – Gelate di febbraio, incontro informativo sull’olivo

 ULTIME NOTIZIE
Piglio – Gelate di febbraio, incontro informativo sull’olivo
10 Aprile
20:01 2018
Venerdì scorso si è svolto presso la sala polivalente del Comune un incontro per capire come comportarsi a seguito delle gelate del mese di febbraio e marzo che hanno interessato le coltivazioni degli ulivi.

L’incontro è stato organizzato in sinergia tra il Comune di Piglio con l’assessorato all’Agricoltura e la cooperativa AgriPiglio. Il discorso introduttivo a cura del sindaco Mario Felli, i suoi ringraziamenti al consigliere Domenico Franceschetti e al presidente della cooperativa Maurizio Ricci. Il primo cittadino aveva subito inoltrato la richiesta di calamità naturale alla Regione Lazio. Durante l’incontro si è svolta un’illustrazione tecnica a cura degli agronomi Massimiliano Frattale e Nicola Ciervo; si è parlato dei fattori limitanti degli ulivi, riconosciuti non nel freddo invernale e la neve, ma nel caldo e la siccità. L’olivo ha bisogno di soddisfare il cosiddetto “fabbisogno in freddo”, ossia deve passare un certo numero di ore, ogni inverno, al di sotto di una certa temperatura per poter vegetare e, soprattutto, fruttificare in maniera corretta. Mentre il danno da freddo dipende da molteplici fattori: la durata dell’esposizione alle basse temperature, l’umidità dell’aria, la varietà ed età della pianta, il periodo dell’anno e relativo acclimatamento della pianta, la presenza di neve, la presenza di vento, l’esposizione e la localizzazione dell’oliveto. Per capire se le gelate dei mesi scorsi hanno fatto danni agli ulivi bisogna attendere ancora qualche giorno, perché sarà la pianta stessa risvegliandosi a mostrarsi, e mostrare tutte le sue carenze dovute al gelo, da lì capire come attuare la potatura più giusta e nutrire la pianta con concime a base di fosforo. (foto di repertorio)

Anna Ammanniti

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE