Aggiornato alle: 22:53 di Venerdi 27 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Picinisco/Sora-In attesa di un gastroenterologo, muore pensionato di 63 anni

 ULTIME NOTIZIE
Picinisco/Sora-In attesa di un gastroenterologo, muore pensionato di 63 anni
23 Ottobre
19:41 2020

 

 

 

Pensionato di 63 anni muore al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Sora, in attesa di un gastroenterologo.

Si tratta di Antonio Volante, un uomo molto conosciuto in tutta la Valle di Comino, residente nel comune di Picinisco.

La morte improvvisa del pensionato, che era arrivato in ospedale nel primo pomeriggio del 20 ottobre, per un sospetto di emorragia interna, ha destato mille interrogativi tra i familiari, in particolare il figlio e la figlia vogliono vederci chiaro su un decesso che forse poteva essere evitato. L’uomo, secondo la ricostruzione dei fatti avvenuti tra il 19 e il 20 ottobre e attraverso la denuncia-querela presentata dagli stessi parenti in Procura a Cassino, sarebbe stato visitato precedentemente dal medico di famiglia, il quale avrebbe prescritto un ricovero urgente.

Poche ore dopo però, accusando un forte dolore, i familiari hanno deciso di allertare i sanitari del 118 che lo hanno trasportato presso l’ospedale di Sora. Purtroppo, a causa delle disposizioni legate al Covid-19, i figli del signor Volante, non hanno avuto modo di vedere il padre una volta entrato nel Pronto Soccorso, intorno alle 22.30. Poi, verso le 14 del giorno seguente, una telefonata li ha informati delle condizioni gravissime dell’uomo. Poco dopo, intorno alle 14:30, i familiari sono riusciti ad entrare in ospedale per sentirsi dire che il signor Volante era appena deceduto. Immaginabile lo stato d’animo dei parenti che, superata la prima fase del dolore, hanno deciso di fare chiarezza su una morte improvvisa.

A portare avanti l’inchiesta è l’avvocato Claudio Persichino, mentre il Pm Roberto Bulgarini Nomi ha delegato i carabinieri per eseguire il sequestro della cartella clinica e della salma del paziente che al momento si trova nell’obitorio dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino in attesa dell’autopsia che, molto probabilmente avverrà lunedì 26 ottobre. “Siamo doppiamente addolorati per la perdita di nostro padre – hanno dichiarato i figli di Antonio Volante- perché non ci saremmo mai aspettati una situazione del genere. Anche soltanto l’attesa a Pronto Soccorso ci è parsa alquanto assurda. Era più importante fare il tampone per il Covid o ricevere immediatamente l’intervento del gastroenterologo?” Una domanda lecita, alla quale verrà data una risposta nei prossimi giorni. Fatto è che le lunghe giacenze in Pronto Soccorso non sono una novità e in tempi di emergenza non si può lasciare nulla al caso.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS