Paliano – Processo Willy, dopo l’ultimo pugno il giovane è caduto e non si è piu rialzato | TG24.info
Aggiornato alle: 17:00 di 24 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Paliano – Processo Willy, dopo l’ultimo pugno il giovane è caduto e non si è piu rialzato

 ULTIME NOTIZIE
Paliano – Processo Willy, dopo l’ultimo pugno il giovane è caduto e non si è piu rialzato
23 Settembre
21:34 2021

 

 

Questa mattina si è tenuta presso la Corte d’Assise di Frosinone la quinta udienza del processo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte.

Il giovane 21enne di Paliano è stato ucciso a Colleferro la notte tra il 5 e il 6 settembre 2020, accusati di omicidio volontario quattro ragazzi di Artena: i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. I primi tre collegati in videoconferenza in carcere l’altro presente in aula. L’udienza si è aperta con la testimonianza del maggiore dei Ris dei Carabinieri, Cesare Raponi, dalle analisi biologiche condotte sui reperti sequestrati sul luogo del delitto, sugli indumenti degli imputati e della vittima e nell’auto dei Bianchi, risultano non esserci tracce di sangue di Willy. Elemento che tuttavia non cambia la sostanza dell’accusa, era stato già stabilito dall’esame autoptico che il giovane fosse morto a causa delle emorragie interne e delle lesioni.

Dopo il maggiore dei Ris è stato ascoltato il teste Gianmarco Frabotti, il quale ha raccontato di aver visto l’agitazione in piazza intorno a Mario Pincarelli e Francesco Belleggia dopo aver aggredito Federico Zurma, l’amico che Willy aveva cercato di difendere. Dopo si sono tutti spostati in Piazza Italia dietro l’edicola, sembrava che la lite si fosse placata, ma poi sono arrivati i fratelli Bianchi. Sono andati verso il gruppo di ragazzi e hanno iniziato ad aggredirli, Willy non partecipava alla discussione. Gabriele Bianchi è andato diretto verso il giovane e lo ha colpito in petto con un calcio frontale, sferrato di corsa, piegando la gamba e facendo leva con l’altra. Willy con il colpo è stato sbattuto contro una macchina, è caduto. Marco Bianchi lo ha colpito con un pugno in faccia mentre il povero Willy cercava di rialzarsi. Anche Pincarelli lo ha colpito con un calcio in faccia, Willy non si è più rialzato. Frabotti ha riferito che non ha visto partecipare Belleggia, poi sono scappati tutti e quattro. È stato sentito anche Michele Vinciguerra che ha affermato che i fratelli Bianchi si sono diretti verso il gruppo di giovani che discutevano. “Willy stava solo assistendo ma Gabriele lo ha colpito subito con un calcio in petto che l’ha fatto cadere. Ha iniziato a boccheggiare, ha appena alzato lo sguardo e lui lo ha di nuovo colpito con un pugno al volto. Poi è arrivato Marco e lo ha colpito di nuovo con un calcio alla testa. Anche Pincarelli lo ha colpito, Belleggia non lo ho notato”. Nel corso dell’udienza sono state lette anche alcune intercettazioni. In più di un dialogo i fratelli Bianchi si dicono “meravigliati” che qualcuno li abbia accusati del pestaggio.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS