Aggiornato alle: 08:00 di Sabato 24 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Msgc – Tre gare milionarie a pochi mesi dal rinnovo del Consiglio comunale, Coratti bacchetta l’Amministrazione

 ULTIME NOTIZIE
Msgc – Tre gare milionarie a pochi mesi dal rinnovo del Consiglio comunale, Coratti bacchetta l’Amministrazione
19 Settembre
11:40 2020

 

 

 

 

 

In attesa delle prossime elezioni, il Comune bandisce gare per servizi importanti, vincolando così la futura amministrazione.

Si tratta della gestione della piscina di via Mastrazze, della raccolta dei rifiuti e della demolizione e ricostruzione della scuola ’Angelicum’. ‘E’ già partita la campagna elettorale?’ Qualche dubbio è venuto all’avvocato Carlo Coratti, intervenuto a gamba tesa sull’argomento.
Avvocato parliamo della gara relativa alla scuola Angelicum
Si tratta di un bando di gara da 5 milioni di euro per la demolizione e ricostruzione della scuola del capoluogo. In piena emergenza covid, lascia un grosso interrogativo questa spesa soprattutto perché i fondi a disposizione potrebbero ancora essere destinati alla realizzazione di una nuova scuola baricentrica. Sono sempre del parere che piuttosto che demolire e ricostruire un edificio, con tutto quello che ne consegue in ordine al disagio arrecato a famiglie e studenti, sarebbe stata cosa giusta edificare una scuola con accesso a servizi sportivi, con duplice beneficio: non costringere i ragazzi a cambiare sede e in futuro rendere maggiormente appetibile il servizio scolastico anche a fruitori dei comuni limitrofi. Perché questa urgenza nell’espletare la gara? Lasciassero la scelta alla futura amministrazione comunale
Poi c’è anche la gara per la gestione della piscina comunale ‘Le Mastrazze’
Non va dimenticato che la chiusura è frutto della politica fallimentare dell’amministrazione Veronesi. Non si comprende per quale motivo, la piscina sia rimasta chiusa per tre anni quando i lavori di ristrutturazione potevano essere fatti subito, magari in concomitanza con una nuova gara per la gestione. Invece il Comune arriva a bandire la gara a ridosso della campagna elettorale. Forse ci si vuole presentare ai cittadini come ‘salvatori della patria’? Ormai sono scaduti anche i termini della tanto pubblicizzata riapertura prevista per settembre
In ultimo, la gara per la gestione del servizio smaltimento rifiuti
E’ anomalo che un’amministrazione comunale inauguri una ‘fantomatica’ isola ecologica a ridosso della campagna elettorale, ma soprattutto che lo faccia durante l’espletamento della gara per il rinnovo del servizio smaltimento rifiuti, in presenza a quanto pare di possibili candidati alla nuova gara. L’isola ecologica nasce dal capitolato di appalto del 2008 con la ditta a cui era stato affidato il servizio. Da allora non è mai stata realizzata. Il Comune ha mai diffidato la ditta in questione? Non mi risulta, anzi l’Amministrazione Veronesi ha pensato bene di prorogare il servizio per due volte. Ora, con la proroga ormai prossima alla scadenza, viene consegnata l’isola ecologica. Tra l’altro, l’area dove è stata realizzata era già stata individuata anni fa, perché inaugurarla oggi, a ridosso della campagna elettorale? Anche in questo caso, è palese una gestione ‘allegra’ e ‘disinvolta’ dell’amministrazione comunale in carica. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina!

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS