Morolo – Maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori, arrestato 32enne | TG24.info
Aggiornato alle: 15:24 di Lunedi 27 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Morolo – Maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori, arrestato 32enne

 ULTIME NOTIZIE
Morolo – Maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori, arrestato 32enne
27 Luglio
16:33 2019

 

 

 

 

Nel pomeriggio di ieri a Morolo, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno tratto in arresto un 32enne del luogo (già censito per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, danneggiamento e violazioni al Codice della Strada), in esecuzione ad una Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nella medesima giornata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, per il reato di “maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori”.

Il prevenuto, già lo scorso 10 dicembre 2018, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcolici, veniva deferito dai militari operanti in quanto minacciava di percosse ed offendeva i propri genitori con i quali conviveva nel suddetto centro.

Le circostanze dell’accaduto, venivano rappresentate mediante querela formalizzata presso il locale Comando Arma dal padre 62enne. Successivamente, in data 26 giugno 2019, a seguito della reiterazione di tali comportamenti, dovuti ad una alterazione dello stato psico-fisico dell’uomo con problemi da tempo di dipendenza alcolica e di stupefacenti, il 32enne stavolta veniva tratto in arresto nella flagranza di reato dagli operanti, allorquando lo stesso rincasando tardi e sempre in preda all’alcol, danneggiava alcune suppellettili dell’abitazione, minacciando addirittura di morte i genitori, i quali riuscivano a fuggire, denunciando l’accaduto presso la Caserma di Morolo.

Nei confronti del 32enne a seguito dell’arresto, in data 28 giugno 2019 veniva applicata dal Tribunale di Frosinone – Ufficio G.I.P. – la misura cautelare del divieto di avvicinamento presso l’abitazione dei genitori, provvedimento che lo scorso 8 luglio non veniva rispettato in quanto l’uomo tornava dagli stessi, ingiuriandoli. I fatti venivano debitamente segnalati dai militari, i quali provvedevano a richiedere l’aggravamento della misura in atto. In accoglimento a quanto segnalato, nella giornata di ieri la competente A. G. emetteva la suddetta Ordinanza di custodia cautelare, in esecuzione alla quale gli operanti provvedevano ad arrestare l’uomo e tradurlo presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G..

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS