Lazio – Chi era il carabiniere Vittorio Iacovacci ucciso nel brutale attacco in Congo | TG24.info
Aggiornato alle: 20:01 di Giovedi 4 Marzo 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Lazio – Chi era il carabiniere Vittorio Iacovacci ucciso nel brutale attacco in Congo

 ULTIME NOTIZIE
Lazio – Chi era il carabiniere Vittorio Iacovacci ucciso nel brutale attacco in Congo
23 Febbraio
09:28 2021

 

 

 

Nel vile attacco a un convoglio delle Nazioni Unite nel parco dei Virunga in Congo, sono stati uccisi l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere della scorta Vittorio Iacovacci e l’autista Mustapha Milambo.

Luca Attanasio

Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che il convoglio, composto da sette persone, intorno alle ore 10 locali di ieri, sia finito in un’imboscata di miliziani armati con 5 armi AK47 e un machete, mentre transitavano su una strada a nord della città di Goma. L’attacco del commando di sei persone avrebbe prima ucciso l’autista. Poi gli aggressori avrebbero condotto gli altri nella foresta dove avrebbero sparato all’ambasciatore e al carabiniere. Ancora non è chiaro cosa sia successo agli altri membri del convoglio. Secondo fonti del luogo l’imboscata potrebbe essere stata condotta da presunti miliziani delle Fdlr, che tuttavia negano ogni responsabilità. Ancora non si conosce il movente, solitamente attacchi di questo tipo sono a scopo di sequestro per chiedere riscatti.

Vittorio Iacovacci

Vittorio Iacovacci, tra qualche giorno avrebbe compiuto 31 anni, era originario di Sonnino, in provincia di Latina. Si era arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel 2016, da settembre si trovava nella Repubblica Democratica del Congo. Proveniva da un reparto d’élite dell’Arma, il XIII Reggimento Friuli Venezia Giulia di Gorizia. Con altri operatori dello stesso Reggimento faceva parte del team di close protection. Vittorio aveva prestato servizio anche alla Folgore, era fidanzato e stava programmando il matrimonio per questa estate. Queste le parole del sindaco di Sonnino, Luciano De Angelis: “La comunità di Sonnino è sgomenta per questa giovane e tragica perdita. Proclameremo il lutto cittadino. Era andato a portare la pace ed è stato ucciso, ci stringiamo attorno alla famiglia”. Questa mattina su tutti i Comuni d’Italia le bandiere saranno a mezz’asta, per onorare a nome di tutti gli italiani, la memoria di questi uomini e il lutto che ha colpito le loro famiglie. Intanto oggi un team di investigatori del Ros, su delega della Procura di Roma, partirà per Kinshasa, capitale del Congo, per le indagini relative alla morte dei due italiani. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “Una tragedia nella tragedia, che colpisce i nostri concittadini. Alla sua famiglia e ai suoi amici la vicinanza della Regione Lazio, non dimenticheremo mai il sacrificio di Vittorio Iacovacci.”

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com