Lazio – Buschini, Regione in prima linea per contrasto gioco d’azzardo | TG24.info
Aggiornato alle: 12:28 di 9 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Lazio – Buschini, Regione in prima linea per contrasto gioco d’azzardo

 ULTIME NOTIZIE
Lazio – Buschini, Regione in prima linea per contrasto gioco d’azzardo
24 Luglio
18:35 2016

 

 

Buschini: “La Regione in prima linea per il contrasto al gioco d’azzardo”. In Provincia di Frosinone oltre 30 centri ‘No Slot’ per il supporto a chi chiede aiuto.

Contrastare il fenomeno dilagante del gioco d’azzardo. E’ questo l’obiettivo della campagna di comunicazione denominata ‘Non lasciarlo perdere‘, presentata dal Presidente Nicola Zingaretti e dall’Assessore ai Servizi Sociali Rita Visini. Nel Lazio, secondo i dati diffusi per il 2015, sono stati spesi oltre 7 miliardi di euro nel gioco d’azzardo. Cifre spaventose, dati spesso sottaciuti perché gli interessi che circolano intorno alla piaga della ludopatia sono molteplici, quindi diventa utile nascondere le pericolosità derivanti da questo business. Come Regione vogliamo essere in prima linea per stoppare questo fenomeno. Saranno aperti degli sportelli ‘No Slot’, geocalizzabili sul sito regione.lazio.it/stopazzardo, per accogliere le vittime in cerca di aiuto e i loro familiari fornendo il giusto supporto. In provincia di Frosinone gli sportelli saranno aperti ad Alatri, Alvito, Arce, Arpino, Atina, Belmonte, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Cassino, Castelliri, Colfelice, Fontana Liri, Fontechiari, Frosinone, Gallinaro, Isola del Liri, M.S.G.Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Rocca D’Arce, San Biagio, San Donato, Santopadre, Settefrati, Sora, Vicalvi e Villa Latina. Messo a disposizione anche il numero verde 800.001.133. Una risposta, nei territori, per combattere la ludopatia che sta purtroppo registrando un aumento costante di casi”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore Regionale Mauro Buschini.

“La Regione – spiega Buschini – con uno stanziamento di 300mila euro, ha predisposto attività di formazione per gli operatori degli sportelli in modo da fornire le competenze necessarie per la gestione degli utenti che vi si rivolgeranno. Fondamentale sarà il lavoro di prevenzione, specie nelle scuole, perché i giovani sono i primi da mettere in guardia di fronte al pericolo del gioco d’azzardo. Una serie di progetti, dunque, contro quello che spesso appare come ‘gioco’, ma che si rivela nel tempo come una vera e propria dipendenza”.

 

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS