Isola del Liri – Sugli usi civici la Regione boccia e blocca il Comune | TG24.info
Aggiornato alle: 18:30 di 24 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – Sugli usi civici la Regione boccia e blocca il Comune

 ULTIME NOTIZIE
Isola del Liri – Sugli usi civici la Regione boccia e blocca il Comune
23 Settembre
18:15 2021

 

 

 

“Si chiede al Comune di non dare seguito alla deliberazione di Consiglio Comunale numero 24 del 30 giugno 2021 e di non emettere atti applicativi dello stesso”. Così, nero su bianco, la Regione Lazio ha bloccato il Comune di Isola del Liri sulla complessa e delicata vicenda degli usi civici. La nota della Regione Lazio porta la data dello scorso 22 Settembre, è stata inviata all’ente locale, al consigliere Gianni Scala e al Commissariato agli usi civici per il Lazio, la Toscana e l’Umbria.

Nella nota si legge ancora: ” …il parere dell’avvocato Mazza non ha effetti giuridici in ordine alla prova dell’esistenza o meno dei diritti collettivi”. Proprio su quel parere la Giunta Quadrini aveva, invece, costruito la delibera con la quale affermava che i terreni in questioni erano da considerare allodiali e aveva dava indirizzo di procedere alla loro liquidazione attraverso gli uffici comunali.

Il consigliere comunale di minoranza Gianni Scala ha detto: “Avevamo ragione. Le procedure che l’amministrazione comunale sta seguendo sono sbagliate. C’è stata una sottovalutazione della problematica e si rischiava per l’ennesima volta che i cittadini interessati al problema venivano chiamati a procedure ed a spese che si sarebbero rilevate, prima o poi, nulle. Eravamo sicuri dell’intervento della Regione Lazio che ha messo un freno ad una amministrazione comunale arrogante che pensa di andare avanti a discapito di tutto.”

Soddisfatto anche l’ex vice-sindaco Angelo Caringi che da sempre segue con attenzione la vicenda: “E’ stato evidente da subito che l’atto deliberativo ed il parere legale che lo supportava non avevano nessun fondamento rispetto alla complessa vicenda ed alle norme in materia. Il consigliere delegato Stefano Vitale aveva esultato affermando di aver risolto finalmente il problema, di aver studiato molto, di aver girato tutto il Lazio incontrando amministratori, politici e periti demaniali e che le procedure di Isola del Liri sarebbero state un riferimento anche per altri comuni investite delle stesse problematiche. Tutte chiacchiere, l’unico ente con il quale avrebbe dovuto confrontarsi era la Regione Lazio e forse avrebbe evitato questa figuraccia. Lo stesso sindaco Quadrini aveva esultato a seguito della deliberazione consiliare e solo pochi giorni fa, di fronte alla nostra ennesima preoccupazione, bollava come non attinente alla questione di Isola del Liri la sentenza della Corte d’Appello sulla questione degli usi civici di Castelliri. Era chiaro che non l’aveva neanche letta la sentenza perche i principi che affermava sono sostanzialmente gli stessi che richiama la nota della Regione Lazio.”
Ora è tutto da rifare. Possibilmente bene, nel rispetto di leggi, regolamenti e sentenze. Possibilmente senza illudere la gente della Selva.
VITO

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS