Aggiornato alle: 23:01 di Lunedi 19 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – La piazza di Capitino come la Torre di Babele, lavori costosi e infiniti

 ULTIME NOTIZIE
Isola del Liri – La piazza di Capitino come la Torre di Babele, lavori costosi e infiniti
16 Aprile
09:52 2020

 

 

 

La nuova piazza della popolosa contrada di Capitino a Isola del Liri è come la torre di Babele. L’inizio del costosi lavori di realizzazione dell’attesa opera pubblica risale a ben 15 anni fa. Non sono mancate trionfalistiche inaugurazioni, ma a tutt’oggi la piazza è ancora sbarrata, non fruibile dalla popolazione di Capitino.

Ma cerchiamo di capire cosa è successo in tutto questo periodo. La Giunta municipale di Isola del Liri, presieduta dall’allora sindaco Vincenzo Quadrini, con delibera numero 253 adottata nella riunione del 30 novembre 2005, approvò il progetto esecutivo generale. La spesa complessiva per realizzare la nuova piazza di Capitino era prevista in ben 795mila euro. Il primo intervento, realizzato grazie a un mutuo concesso all’ente locale dalla Cassa Depositi e Prestiti, fu quello di messa in sicurezza del suolo. In questa occasione la spesa fu di 58mila e 270 euro. Il primo stralcio dei lavori fu realizzato subito dopo, con un contributo della Regione Lazio, dall’impresa Co.Mo.Ter Srl di Pontecorvo, per complessivi 100mila euro. Tondi tondi. Per realizzare il secondo stralcio dei lavori fu necessario un ulteriore mutuo concesso sempre dalla Cassa Depositi e Prestiti, altri 100mila euro. Era il 2006 e i lavori furono eseguiti dall’impresa Jemmbuild di Albano Laziale, in provincia di Roma. A fine 2007, esattamente il 5 dicembre, il consigliere comunale Angelo Caringi, interrogò il sindaco Vincenzo Quadrini. Quest’ultimo fece passare le feste, non tutte però, rispose prima dell’epifania. La sua nota è datata 3 gennaio 2008, per chi volesse prenderne visione è protocollata al numero 54. Ecco cosa scrisse, tra le altre cose, l’allora primo cittadino: <Il completamento dei lavori è previsto entro la conclusione della legislatura, le somme occorrenti sono quantificabili in 485mila euro…>. Tralasciamo tutto il resto anche perchè di consiliature ne sono finite tre e la piazza è ancora chiusa. A questo punto una domanda la facciamo noi al nuovo sindaco Massimiliano Quadrini e ai consiglieri comunali di maggioranza espressione della contrada Capitino: alla fine di questa consiliatura mancano poco più di quattro anni: che dite ce la facciamo ad aprire la piazza o vi senza un’altra consiliatura?

V.V.

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS