Aggiornato alle: 23:01 di Lunedi 19 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – La Città e in ginocchio ma in Municipio perdono tempo

 ULTIME NOTIZIE
Isola del Liri – La Città e in ginocchio ma in Municipio perdono tempo
20 Febbraio
21:00 2020

 

 

 

Una città in ginocchio, una amministrazione comunale sempre assente sulle grandi problematiche che ormai va avanti solo a proclami di belle intenzioni.

Una rigenerazione urbana che stenta a partire, un piano parcheggi promesso di cui non si vede neanche l’ombra con un parcheggio interrato a piazza Trito completato ma ancora sbarrato all’uso pubblico, un depuratore comunale che anche questa volta non sarà realizzato per non disturbare qualche politicante di turno, le questioni dei dehors, dei passi carrabili e degli usi civici che stanno diventando dei veri e propri grovigli burocratici-amministrativi, un immobile acquistato per farne una caserma dei carabinieri e che si sta invece lasciando ulteriormente deperire, un campo sportivo su cui sono stati investiti  300mila euro e che si trova in condizioni peggiori di prima. Di fronte a tutto questo si rimane basiti leggendo gli ultimi documenti pubblicati sull’albo pretorio dell’Ente: un rinvio di ulteriori 60 giorni rispetto alla nomina del responsabile esterno per Lavori Pubblici, Procedure Complesse, Programmazione Territoriale e Sicurezza sul Lavoro.

Questi i fatti: la giunta comunale dispone l’avvio delle procedure amministrative per la nomina di un tecnico esterno che si occupi appunto delle problematiche sopra indicate ravvedendo probabilmente la complessità delle questioni da affrontare e la mancanza di idoneo personale all’interno dell’Ente stesso, l’avviso pubblico viene pubblicato il 03 Dicembre u.s. con scadenza 23 Dicembre u.s. indicando anche in 90 giorni il termine ultimo per il completamento della procedura. Ebbene solo in questi giorni, quasi 60 giorni dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande, si è riunita per la prima volta la commissione esaminatrice e come riportato nel verbale pubblicato si prende atto delle sole due domande arrivate e contestualmente, visto ormai l’approssimarsi della scadenza dei 90 giorni precedentemente indicati, si chiede una ulteriore proroga di altri 60 giorni per l’esame della documentazione e la conclusione del procedimento amministrativo. Come dire ci siamo fatti le feste di Natale facciamoci pure di Pasqua. E intanto la città continua ad aspettare risposte alle numerose problematiche che la stanno mettendo letteralmente in ginocchio.
V.V

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS