Aggiornato alle: 04:00 di Giovedi 28 Maggio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – Emergenza Coronavirus, i soldi ci sono ma il Comune sospende le richieste per i buoni alimentari

 ULTIME NOTIZIE
Isola del Liri – Emergenza Coronavirus, i soldi ci sono ma il Comune sospende le richieste per i buoni alimentari
21 Aprile
20:15 2020

 

 

 

La burocrazia non si ferma neppure di fronte alla drammatica emergenza del Coronavirus e a Isola del Liri incredibilmente viene disposta la sospensione momentanea della richiesta dei buoni alimentari. E’ quanto si legge in un comunicato stampa pubblicato sul sito dell’ente locale.

La sospensione è motivata con la necessità di espletare tutta “la nuova procedura” per l’emissione appunto dei buoni pasto regionali. Tutto questo mentre la gente soffre e le casse del Comune sono piene di soldi erogati da Governo e Regione proprio per vinire incontro ai cittadini. Sono oltre 45mila gli euro quelli stanziati dalla Regione Lazio per il comune di Isola del Liri che si assommano ai circa 80mila euro stanziati invece all’inizio del mese dal Governo. Certo sembra incredibile che interventi straordinari emessi per far fronte alle difficoltà improvvise ed impreviste causate dalle limitazioni e dalle chiusure imposte dalla lotta alla pandemia Covid – 19 si debbano rallentare a causa delle solite lungaggini burocratiche. Avevamo già avuto modo di sollevare la preoccupazione che con le procedure che stava attuando l’amministrazione comunale di Isola del Liri (attestazioni ISEE, consultazioni banca dati INPS ecc.) si rischiava di fatto di assistere tutte quelle situazioni familiari, certo bisognose, ma che erano già censite e in diversi modi aiutati dai Servizi Sociali non andando a cogliere in pieno lo spirito del provvedimento che era appunto di intervenire con urgenza in quelle situazioni che si erano momentaneamente venute a trovare in difficoltà economiche e finanziarie a causa del Covid – 19 al fine di garantire loro almeno la spesa alimentare. Rispetto al primo provvedimento di 80mila euro nel corso delle prime tre settimane di Aprile sono state aiutate, molto a rilento, circa 290 persone e/o nuclei familiari per una spesa complessiva di poco più di 52mila euro. Restano quindi circa 30mila euro cui si vanno ad aggiungere ora i 45mila euro stanziati dalla Regione Lazio. Ci auguriamo che vengano accelerate e semplificate le procedure per l’emissione dei restanti aiuti e soprattutto che si raggiungano tutte quelle situazioni personali e familiari che non avevano mai avuto necessità di sostegno ma che si stanno trovando ora, a seguito appunto della situazione creatasi, di fronte alla mancanza di qualsiasi sostegno di reddito e comunque della difficoltà di far fronte anche ad un sostegno alimentare giornaliero.
V.V.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE