Aggiornato alle: 22:00 di Venerdi 23 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – “Dalla rigenerazione urbana all’urbanismo tattico”

 ULTIME NOTIZIE
Isola del Liri – “Dalla rigenerazione urbana all’urbanismo tattico”
23 Settembre
22:00 2020

 

 

 

A proposito ancora di amministrazione, riceviamo e pubblichiamo la nota stampa giunta in redaziona da Angelo Caringi, Coordinatore FI Isola del Liri.

Un anno fa avevano annunciato una svolta epocale nella città con l’avvio della rigenerazione urbana, si ritrovano  invece oggi ad esaltare l’urbanismo tattico ovvero un pezzo di marciapiede a tinte colorate.

E’ proprio così. A quasi un anno di distanza di quella delibera di consiglio comunale, che a detta di qualche sedicente amministratore avrebbe dovuto rappresentare una svolta epocale per lo sviluppo della città, nulla è stato invece fatto così come ha attestato anche la Regione Lazio che ha inserito il comune di Isola del Liri nell’elenco dei comuni che non hanno avviato alcuna procedura per dare avvio alle disposizioni previste dalla legge regionale sulla rigenerazione urbana.

Avevo già avuto modo di denunciare l’inutilità di quella delibera di consiglio comunale ed i ritardi che si stavano invece accumulando per dare avvio a procedure che, voglio ricordarlo, darebbero ai cittadini la possibilità di proporre programmi vasti ed integrati di rigenerazione urbana di porzioni di territorio, la possibilità di ristrutturazioni o di ricostruzioni con premialita del 30% sul volume o sulla superfice, la possibilità di cambi di destinazione d’uso per immobili con superfice fino a 10.000,00 mq e, infine, ampliamenti fino a 70 mq per interventi di miglioramento sismico e di efficientamento energetico. Tutti interventi che rappresenterebbero sicuramente un volano per una crescita demografica, sociale, economica ed urbanistica della città e che postulano, secondo i dettami della legge regionale, un intervento deliberativo del consiglio comunale e prim’ancora una attività di informazione e di partecipazione civica da parte dell’amministrazione comunale.

Niente di tutto questo si è fatto e si sta facendo, nessuno di questi interventi sarà possibile realizzare e l’amministrazione comunale sta dimostrando tutta la sua incapacità e tutta la sua inerzia su queste tematiche che sarebbero fondamentali per gettare le basi di un rilancio socio-economico della città. Tutto quello che riescono a proporre invece è l’urbanismo tattico ovvero un pezzo di marciapiede colorato, realizzato sembrerebbe anche in spregio delle norme di tutela paesaggistica.

Ecco, tutti i cittadini che dovranno aspettare ancora anni per poter effettuare interventi di rigenerazione urbana sulla propria abitazione. Nell’attesa potranno deliziarsi con l’urbanismo tattico e con un selfie sul ponte della Cascata Grande.

(fonte: Comunicato Stampa)

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS