Aggiornato alle: 17:44 di Lunedi 30 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Isola del Liri – Comune e Università firmano convenzione (video)

 ULTIME NOTIZIE
28 Ottobre
19:00 2020

 

E’ stata sottoscritta stamane in Comune a Isola del Liri una importante convenzione tra Comune e Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

Si è svolto stamane presso il Comune di Isola del Liri un importante incontro che ha visto la ratifica di una convenzione tra il Comune di Isola del Liri e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Il Magnifico Rettore, professor Giovanni Betta, ha incontrato il sindaco Massimiliano Quadrini; presente all’incontro anche la Consigliera Comunale delegata alle Politiche Giovanili e Biblioteca, Annapaola Faticoni.
“Oggi consolidiamo un rapporto che in realtà è attivo già da numerosi anni – ha spiegato il Rettore Betta – e che ci vede insieme già in numerose iniziative. L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale cerca di stabilire contatti e collaborazioni con le realtà più importanti del territorio, e Isola del Liri è una di queste. In tal senso l’Università offre ogni forma di collaborazione per sviluppare iniziative sia qui, verso Isola del Liri, ma anche per facilitare la frequenza alle iniziative di ricerca e didattica dell’Università da parte degli abitanti. E’ una stretta di mano formale collegata a cose fatte insieme in passato e cose che faremo insieme in futuro”.
“Da tempo collaboriamo con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale – ha detto Annapaola Faticoni, Consiglera delegato alle politiche giovanili e biblioteca – Questo accordo segna un punto di partenza per una sempre maggiore collaborazione tra le nostre due realtà. Grazie a questo accordo verranno incentivate numerose attività tra cui la ricerca scientifica, ma anche attività di supporto alla didattica, come ad esempio la messa a disposizione di varie strutture per diverse destinazioni. Inoltre, la possibilità di far svolgere agli studenti tirocini e stage, come facciamo già da un anno. Un’attività che abbiamo già sviluppato, inoltre, è quella di poter svolgere gli esami presso la nostra biblioteca. Ora verranno incentivate attività di collaborazione e di partecipazione a bandi nazionali e internazionali. L’obiettivo è quello di promuovere una sempre maggiore crescita dal punto di vista sociale, culturale ed economico”.
“Oggi abbiamo firmato una importante convenzione con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, che va a consolidare un rapporto che c’è da anni – ha detto il sindaco di Isola del Liri Massimiliano Quadrini.-Ringrazio il Magnifico Rettore Prof. Betta che sta investendo molto nella nostra città. Per noi è fondamentale incontrare l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, portarla qui nel nostro territorio, avvicinarla alla nostra gente, portare qui l’eccellenza dell’Università. L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale è il partner migliore per poter sviluppare progetti e idee tese a promuovere lo sviluppo territoriale. Siamo davvero orgogliosi e sono sicuro che faremo tanto insieme”.

 

Il Magnifico Rettore Giovanni Betta è stato accolto in Comune dal primo cittadino Massimiliano Quadrini per la forma del documento che impegna i due Enti.

In base alla convenzione gli obiettivi della cooperazione, hanno come finalità ” di sviluppare e organizzare al meglio le potenzialità del sistema della ricerca scientifica e della formazione, affinché le attività dell’Università e del Comune possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente, con particolare riferimento ai seguenti settori: Attività di studio, didattica e ricerca, ritenute strategiche per il territorio; Atti di programmazione e pianificazione di competenza dell’ente, Progetti di sviluppo socio economico; Iniziative in campo culturale e formativo; Raccolta ed elaborazione dati e altri servizi a supporto degli enti locali”.

“L’Università e il Comune – si legge nella convenzione – si impegnano ad attuare le attività di cui all’art. 2 tramite specifici accordi attuativi, approvati di volta in volta dai competenti organi delle Parti, che potranno riguardare le seguenti singole fattispecie:
– attività di collaborazione scientifica;
– attività di supporto alla didattica;
– attività di ricerca, consulenza e/o formazione commissionate
– partecipazione a bandi nazionali/internazionali di sostegno finanziario”.

Il Comune si renderà disponibile a:
“- a favorire la formazione universitaria del proprio personale e a garantire ai propri dipendenti un percorso formativo universitario qualificato nell’ambito di un contesto normativo in continua e rapida evoluzione, in cui al personale sono richieste nuove competenze correlate a specifiche responsabilità;
mettere a disposizione competenze per la didattica dei Corsi di studio, dei Dottorati di Ricerca, dei Master dell’Università;
– favorire lo svolgimento presso le proprie strutture di stage/tirocini formativi, di elaborati e lavori di tesi, organizzazione di conferenze, dibattiti e seminari;
– collaborare con l’Università affinché le competenze nei settori di interesse siano il più possibile rispondenti alle esigenze del mondo del lavoro, includendo eventualmente contributi per il finanziamento di specifiche attività di formazione;
– rendere accessibile, per studenti, personale docente, ricercatore le proprie strutture (attrezzature, macchinari, laboratori ecc. ) per completare la formazione accademica e professionale di studenti, specializzandi e dottorandi nel settore specifico, secondo le concrete circostanze.
– ottimizzare l’utilizzo vicendevole delle rispettive strutture ed impianti;
– instaurare un proficuo rapporto di collaborazione in ambito formativo e didattico, con la possibilità di avviare reciproche relazioni per la promozione congiunta di iniziative inerenti la formazione post lauream;

Attività di ricerca, consulenza e formazione commissionata:
L’Università e il Comune potranno stipulare accordi specifici, nell’ambito dei settori di cui all’art. 2, per lo svolgimento delle seguenti attività:
ricerca, consulenza e formazione con particolare riferimento al settori della pubblica amministrazione e degli enti locali”.

“Le Parti  – si legge ancora nel protocollo – si rendono disponibili a partecipare congiuntamente a bandi nazionali e/o internazionali di sostegno a progetti proposti dal sistema delle imprese e/o della ricerca, ai fini dell’ammissione al finanziamento di progetti specifici di interesse comune”.

GUARDATE IL NOSTRO SERVIZIO VIDEO.

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS