IL PUNTO – Vaccino anti Covid, somministrate in Italia più di un milione e 600mila dosi, in arrivo il Novavax | TG24.info
Aggiornato alle: 21:26 di Venerdi 14 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

IL PUNTO – Vaccino anti Covid, somministrate in Italia più di un milione e 600mila dosi, in arrivo il Novavax

 ULTIME NOTIZIE
IL PUNTO – Vaccino anti Covid, somministrate in Italia più di un milione e 600mila dosi, in arrivo il Novavax
29 Gennaio
08:37 2021

 

 

Il vaccino anti Covid serve a prevenire la malattia da Coronavirus nei soggetti di età pari o superiore a 16 anni. Per il momento sono stati autorizzati i vaccini di Pfizer/BioNTech e di Moderna, si è in attesa dell’imminente approvazione da parte dell’Ema per il vaccino anti Covid Oxford – AstraZeneca. Oltre al vaccino russo Sputnick, all’orizzonte si intravede il farmaco americano Novavax.

I vaccini finora somministrati sono a RNA messaggero, agiscono attraverso l’iniezione di un frammento del materiale genetico (RNA) del microbo, avvolto in una nanoparticella costituta da diversi lipidi. La tecnologia dei vaccini a RNA messaggero è nota da circa dieci anni, ma nonostante la sua attrattività, prima della pandemia della COVID-19, non aveva beneficiato degli investimenti necessari. In Italia da inizio campagna vaccinale anti Covid, quindi da circa un mese sono state somministrate 1.653.027 dosi. Vaccinate 1.036.415 donne e 616.612 uomini. La somministrazione procedeva a passo veloce, fino a quando l’azienda farmacologica Pfizer ha inviato dosi in misura ridotta rispetto a quanto concordato. Inoltre AstraZeneca ha già informato che consegnerà dosi in misura inferiore a quanto pattuito. Nel frattempo la commissione tedesca sui vaccini ha raccomandato l’utilizzo del farmaco AstraZeneca solo per la fascia d’età compresa tra i 18 e i 65 anni. Sono nate grandi preoccupazioni sul futuro delle campagne vaccinali, quindi è difficile fare previsioni. Nonostante il rallentamento, l’Italia però cerca di tenere il ritmo attingendo alle scorte ed è terza come somministrazione nell’Unione Europea. All’orizzonte, in arrivo dagli Stati Uniti, un nuovo vaccino. Il vaccino sperimentale Novavax contro il Covid 19 ha avuto un’efficacia pari solo al 49% nei test clinici svolti in Sudafrica, dove si sta diffondendo una nuova preoccupante variante del Coronavirus. I test nel Regno unito dove è presente un’altra contagiosa variante hanno invece rivelato un’efficacia dell’89%. Il vaccino di Novavax è a subunità proteica. Consiste in piccole particelle che fanno da puntaspillo a copie ottenute in laboratorio della proteina spike. Alla molecola lipidica con i suoi cloni di spike è aggiunto un composto di origine vegetale, chiamato saponina che ha una funzione immunostimolante. Sono già usati vaccini che sfruttano questa tecnologia contro altri vaccini, come per esempio il vaccino contro l’epatite B e i vaccini contro il papillomavirus.

Anna Ammanniti

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS