IL PUNTO – Un milione e 120 mila vaccinati, Italia prima in Ue | TG24.info
Aggiornato alle: 13:10 di Sabato 31 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

IL PUNTO – Un milione e 120 mila vaccinati, Italia prima in Ue

 ULTIME NOTIZIE
IL PUNTO – Un milione e 120 mila vaccinati, Italia prima in Ue
17 Gennaio
21:49 2021

 

 

 

Da inizio campagna vaccinale anti Covid sono state somministrate 1.123.021 dosi. È stato finora iniettato il 74.9% delle dosi arrivate.

All’inizio della campagna vaccinale le quantità consegnate erano state calcolate considerando cinque dosi per fiala, in seguito Ema ed Aifa hanno deciso che ogni fiala di vaccino Pfizer contiene invece sei dosi. Sono state consegnate dal 27 dicembre 1.408.875 dosi e somministrate quindi 1.123.021. L’obiettivo della campagna di vaccinazione della popolazione è raggiungere al più presto l’immunità di gregge per il SARS-CoV2. Franco Locatelli presidente del Consiglio superiore della Sanità e membro del Comitato tecnico scientifico, ha dichiarato che l’immunità di gregge si otterrà quando sarà vaccinato il 70% delle persone, entro il terzo trimestre del 2021. Nel dettaglio i vaccini sono stati somministrati a 703.542 donne e a 419.479 uomini. La fascia d’età che ha ricevuto più vaccini è quella di età compresa tra i 50 e i 59 anni (299.525). Sono 831.823 gli operatori sanitari vaccinati, 189.810 il personale non sanitario e 101.388 ospiti di strutture residenziali. La Campania è la regione più virtuosa, ha somministrato il 93.3% delle dosi consegnate. Seguono Veneto (82.1%) ed Emilia Romagna (82%). Le regioni meno virtuose nella somministrazione sono invece la Calabria (50.1%) e la Basilicata (55.9%). La Pfizer venerdì ha comunicato che dalla prossima settimana ridurrà temporaneamente le consegne in Europa, quindi da domani consegnerà il 29% delle dosi in meno rispetto alla pianificazione che aveva condiviso con la struttura commissariale per l’emergenza Covid diretta da Domenico Arcuri. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha chiesto a Pfizer il rispetto dei patti. “La campagna vaccinale italiana è partita con il piede giusto, siamo a 1 milione 100 mila dosi e il numero crescerà ancora, siamo il primo paese dell’Unione Europea. Le cose si sono messe nel modo giusto, ma chiediamo a Pfizer di rispettare i patti, chiediamo serietà e rigore. Ci dicono che dalla prossima settimana tornerà alla normalità, ma siamo rigorosi e chiediamo che venga rispettato tutto nel dettaglio. La macchina ha bisogno di assoluta puntualità.” In diverse regioni italiane sono in esaurimento le dosi a disposizione dei vari ospedali per le prime somministrazioni del vaccino Pfizer, per i richiami già programmati si utilizzerà la riserva del 30%. Oggi sono partiti i primi richiami del vaccino all’Ospedale Spallanzani di Roma. Tra oggi e domani sarà effettuato il richiamo agli operatori sanitari e delle Uscar vaccinati il 27 dicembre.

Anna Ammanniti

 

 

 

 

  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS