IL PUNTO – Covid: più di un milione e 800 mila vaccinati in Italia, Aifa autorizza AstraZeneca | TG24.info
Aggiornato alle: 20:33 di Martedi 27 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

IL PUNTO – Covid: più di un milione e 800 mila vaccinati in Italia, Aifa autorizza AstraZeneca

 ULTIME NOTIZIE
IL PUNTO – Covid: più di un milione e 800 mila vaccinati in Italia, Aifa autorizza AstraZeneca
30 Gennaio
21:29 2021

 

 

 

Dall’inizio della campagna vaccinale, in Italia sono state somministrate 1 milione 813.005 dosi di vaccino anti Covid, il dato è aggiornato alle ore 8 di questa mattina. Occorrono due dosi a distanza di 21 giorni, per considerarsi vaccinati. La protezione si attiva dopo una settimana dalla seconda dose.

Nella giornata di ieri sono state somministrate 89.307 dosi di vaccino, di cui 3.506 la prima dose e 85.801 la seconda. In totale dall’inizio della campagna di vaccinazione sono state effettuate 1 milione e 330.167 somministrazioni per la prima dose e 482.838 seconda dose. Il vaccino anti Covid non viene somministrato al di sotto dei 16 anni perché non è stato ancora testato sui minori. Un piano per la sperimentazione sui bambini è oggetto di una fase successiva. La fascia d’età più vaccinata è quella compresa tra i 50 e i 59 anni con quasi 482 mila dosi somministrate, di cui circa 343 mila hanno assunto la prima dose, 139 mila la seconda. Oggi Aifa ha dato via libera al vaccino di AstraZeneca, autorizzato ieri da Ema. Dopo una lunga riunione della Commissione tecnico-scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco, si raccomanda l’uso preferenziale del vaccino AstraZeneca sui soggetti di età inferiore ai 55 anni. Spetterà al Ministero della Salute stabilire nel dettaglio le modalità d’uso nel territorio italiano. Il ministro della Salute, Roberto Speranza ha affermato che con l’ok ad AstraZeneca si entra in una fase espansiva della vaccinazione ed occorre tutto il personale selezionato. Intanto il commissario all’emergenza Domenico Arcuri ha annunciato che i vaccini di Moderna arriveranno il 1° febbraio. Le consegne dell’8 e del 22/2 febbraio saranno ridotte del 20%, con impegno di recuperare a marzo. Il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia ha confermato che a febbraio arriveranno ulteriori 4 milioni di vaccini che andranno a sommarsi ai due già arrivati. “Devono essere garantiti e soprattutto somministrati.

Anna Ammanniti

  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS