IL FATTO – AstraZeneca, Camilla Canepa soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare | TG24.info
Aggiornato alle: 15:21 di Venerdi 30 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

IL FATTO – AstraZeneca, Camilla Canepa soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare

 ULTIME NOTIZIE
IL FATTO – AstraZeneca, Camilla Canepa soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare
12 Giugno
09:00 2021

 

 

 

 

I Carabinieri dei Nas di Genova hanno acquisito le cartelle cliniche e tutta la documentazione medica relativa a Camilla Canepa, la giovane di 18 anni morta dopo aver ricevuto la vaccinazione con AstraZeneca. Sulla morte della ragazza è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Camilla Canepa soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. I militari stanno indagando per capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino. Sarà importante valutare se c’era nell’anamnesi il fatto che soffrisse della malattia autoimmune. La ragazza si era vaccinata volontariamente lo scorso 25 maggio partecipando al primo Open Day AstraZeneca organizzato in Liguria. Il 3 giugno si era recata in Pronto Soccorso con cefalea e fotofobia, era stata sottoposta a tac cerebrale ed esame neurologico, entrambi risultati negativi. Era stata dimessa, poi il 5 giugno era tornata in Pronto Soccorso con deficit motori ad un emilato. Sottoposta a Tac cerebrale con esito emorragico, era stata immediatamente trasferita alla Neurochirurgia del San Martino. Era stata operata per la rimozione del trombo e poi per ridurre la pressione intracranica. La situazione della giovane Camilla era rimasta gravissima nei giorni successivi l’operazione, fino a ieri quando ne è stata dichiarata purtroppo la morte.

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS