Aggiornato alle: 19:00 di Lunedi 21 Ottobre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Gallinaro – Impaurito e con una corda al collo, salvato cerbiatto dal signor Pietro

 ULTIME NOTIZIE
Gallinaro – Impaurito e con una corda al collo, salvato cerbiatto dal signor Pietro
12 Ottobre
18:34 2019

 

 

 

 

 

Scappava dalle persone che lo avevano imprigionato, salvato un cerbiatto.

Il triste episodio, che ha poi avuto un lieto fine, si è verificato nel pomeriggio di giovedì scorso in località Rio Molle, zona di confine tra Alvito e Gallinaro.

Il signor Pietro Vozza si trovava di fronte alla propria abitazione per caricare della legna, quando ha notato il movimento di un animale che pensava fosse la capra di un vicino rimasta intrappolata tra gli arbusti. Invece era un piccolo cervo, come il Bambi della favola che chiedeva aiuto.

“Mio padre è rimasto sconcertato alla vista del cerbiatto – ha raccontato la figlia Valeria – che era rimasto intrappolato a causa della lunga corda legata al collo. Istintivamente mio padre ha deciso di liberarlo e da quel giorno è rimasto con noi, prima nelle stalle e poi, addirittura in cucina. Docile, affettuoso e alla ricerca continua di carezze. Nel frattempo abbiamo allertato i Guardiaparco e spiegato loro l’accaduto. Abbiamo cercato, secondo il loro suggerimento, di rimetterlo in libertà, ma tornava sempre da noi. Forse perché non ha mai conosciuto la vera libertà, visto e considerato che qualcuno lo teneva quasi in una prigione. Che dire, Bambi, un maschietto di circa 7 mesi, ha trovato in mio padre un salvatore, una figura sicura dalla quale non voleva staccarsi”. A malincuore, ma con la massima consapevolezza, questa mattina il dolce cerbiatto è stato condotto dai Guardiaparco presso la struttura veterinaria del Parco a Pescasseroli, dove verrà sottoposto ai necessari controlli.

Una storia incredibile che vede protagonista una creatura indifesa salvata da un uomo che forse l’ha strappata dalle grinfie di un altro uomo.​

Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE