Aggiornato alle: 04:00 di Giovedi 27 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Venturi: “Progetto del Grande Capoluogo, opportunità vera”

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Venturi: “Progetto del Grande Capoluogo, opportunità vera”
08 Febbraio
08:30 2020
Il consigliere comunale del Partito Democratico di Frosinone, il dottor Norberto Venturi: “Il progetto del Grande Capoluogo è un’opportunità da non perdere, il sindaco Nicola Ottaviani non sia “timido”. Ci sarebbero vantaggi enormi, per esempio nel contrasto all’inquinamento”.

In una nota stampa, il rappresentante comunale ha così detto la sua sul tema di interessa popolare.
“Meno timidezza sul progetto del Grande Capoluogo, che può davvero rappresentare una possibilità concreta di rilancio, perfino culturale, del territorio. Il 31 luglio 2019 il consiglio comunale di Frosinone ha approvato una manifestazione di interesse per un
progetto, quello dell’Unione dei Comuni, che costituisce una piattaforma importante di dibattito e di organizzazione. Perché ha un’impostazione solidaristica e “cooperativistica” che non snatura l’identità storica e territoriale dei singoli Comuni. Da luglio però non è stato compiuto nessun altro atto pratico. Oggi si fatica a capire quali Comuni sono interessati davvero. Bene ha fatto il presidente di Unindustria Frosinone Giovanni Turriziani a chiedere ai Comuni di prendere l’iniziativa. Se vogliono naturalmente. E visto che il Comune capoluogo è “naturalmente” il capofila, dovrebbe a mio avviso passare dalla manifestazione di interesse generale ad un coinvolgimento specifico e particolare. Utilizzando i vantaggi che questo tipo di aggregazione assicura. Invece ho riscontrato da parte del sindaco Nicola Ottaviani una sorta di timidezza politica ed amministrativa che peraltro non fa parte del modo
con il quale interpreta il ruolo. Per me dovrebbe accelerare il processo. Il progetto del Grande Capoluogo avrebbe dei vantaggi enormi e decisivi nelle politiche di contrasto all’inquinamento, a cominciare da quello determinato dalle polveri sottili.
Per questo motivo mi permetto di invitare il sindaco Ottaviani ad essere più dinamico su questa iniziativa. Indipendentemente da chi l’ha promossa. Se poi invece ha dubbi e remore, che il mio ottimismo non riesce a vedere, con il coraggio che non gli ha mai difettato, apra al più presto un confronto in consiglio comunale.  Sinceramente penso che su un progetto del genere l’intero consiglio comunale avrebbe il sostegno della cittadinanza ma anche di enti e associazioni che a vario titolo sarebbero interessati ad avere un bacino più ampio sul quale ragionare e confrontarsi. Un’iniziativa del genere rafforzerebbe e rilancerebbe un territorio altrimenti destinato alla marginalizzazione.
Qui non si tratta affatto di annullare individualità e competenze dei singoli Comuni. Nello studio di Unindustria non c’è neppure una virgola che lascia intravedere questo. Non c’è chi non vede invece i vantaggio di una gestione condivisa su temi come la mobilità, la lotta all’inquinamento,il trasporto pubblico locale. Intanto per le misure adottate che sarebbero più efficaci. Ma anche per il risparmio dei costi, considerando che oggi tutti i Comuni sono alle prese con problemi derivanti dalla mancanza di risorse e di personale. Lo studio elaborato disegna una città metropolitana di 150.000 abitanti su una superficie di 487 chilometri quadrati.. Il territorio ne beneficerebbe in termini di maggiore competitività, di accesso ai fondi europei, di aumento della rappresentatività ad ogni livello. Si può fare. Il sindaco Nicola Ottaviani vinca l’inusuale timidezza politica e amministrativa.
(fonte: Comunicato Stampa)

SOCIAL
LE PIU' LETTE