Aggiornato alle: 19:29 di Giovedi 20 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Terme romane, ancora polemica

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone  – Terme romane, ancora polemica
27 Luglio
16:07 2015

 

 

 

Marco Ferrara, Consigliere Comunale di Frosinone, interviene in merito alla polemica sulle Terme romane. In particolare Ferrara da delucidazioni su un cartello apparso nel corso del consiglio Comunale del 23 luglio u.s. il quale recitava “Terme romane gli altri le ‘abbelano’ noi le riapriamo”.

 

“I cartelli riportavano un messaggio che era rivolto all’opposizione” – dichiara Ferrara.  “Qualora i consiglieri comunali di minoranza fossero stati presenti in aula, la scritta sarebbe stata inequivocabilmente rivolta nella loro direzione, nel momento in cui gli scranni dell’opposizione si sono rivelati vuoti, i consiglieri di maggioranza hanno rivolto i cartelli verso i giornalisti affinché questi potessero informare la minoranza del fatto che le amministrazioni comunali che hanno preceduto quella del sindaco Ottaviani, hanno sotterrato le terme romane e che cioè, in dialetto ciociaro, le hanno di fatto “abbelate”, mentre l’attuale amministrazione di centrodestra le riapre.”

“I cittadini, i comitati e le associazioni – continua il capogruppo di Frosinone nel cuore – hanno il sacrosanto diritto di partecipare civilmente ai consigli comunali contribuendo con proposte, suggerimenti e dando indicazioni alla politica comunale. La democrazia si realizza, però, attraverso l’esercizio del diritto di voto da parte degli elettori che eleggono i loro rappresentanti. I consiglieri comunali, che sono i rappresentanti dei cittadini, devono essere messi in condizione di poter prendere liberamente delle decisioni in sede di consiglio comunale senza essere condizionati da insulti e tentativi di beffeggio e derisione e/o da altri fattori estranei alla politica amministrativa. Per manifestare il proprio dissenso esistono le piazze che sono il luogo più indicato per contestare”.

“Una cosa è certa: mentre negli anni passati nessuna amministrazione si è mai curata di salvaguardare la cultura e le bellezze archeologiche presenti nella città di Frosinone, l’amministrazione targata Nicola Ottaviani – conclude Ferrara –  ha, di fatto, approvato la realizzazione del primo vero parco archeologico della città.”

La redazione

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE