Frosinone – Si spegne la musica ed inizia un minuto di silenzio per Emanuele (video) | TG24.info
Aggiornato alle: 13:00 di 24 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Si spegne la musica ed inizia un minuto di silenzio per Emanuele (video)

 ULTIME NOTIZIE
02 Aprile
19:45 2017

 

 

 

 

Un sabato sera come tanti altri nei locali di tutta Italia ma non al Cotonificio di Frosinone perché “un minuto passa subito…il senso deve persistere!”. È stato ricordato, infatti ieri notte Emanuele Morganti, il ventenne di Tecchiena ucciso fuori da un locale di Alatri ormai due venerdì fa.

Discoteche, locali, bar di tutta la provincia soprattutto nei weekend si riempiono di ragazzi. Ragazzi che vogliono divertirsi, incontrare gente, conoscere e che mai penserebbero di fare del male a qualcuno o di riceverne. E’ vero che esistono molti “bulli“, prepotenti, attaccabrighe, ma i giovani italiani non sono solo questi. Ieri poteva sembrare un sabato sera come molti altri ma non lo è stato perché nessuno è rimasto indifferente davanti alla tragedia che ha colpito il povero Emanuele. Come detto da molti, poteva esserci chiunque al suo posto. Un ragazzo semplice che era uscito con la fidanzata per trascorrere una serata tranquilla e che invece ha trovato la morte per mano di esseri violenti e  spregevoli. Quanto accaduto ad Alatri la notte del 24 marzo non può lasciare indifferenti. Rabbia, indignazione, sconcerto prendono il sopravvento insieme a molte domande. Come si può morire in questo modo a venti anni? Perché tutta questa violenza? Non c’è una risposta a queste domande, non c’è risposta alla cattiveria umana. C’è però il rispetto che, pur non facendo tornare indietro Emanuele, fa riflettere sul modo dei giovani di oggi di approcciare alla vita ed al prossimo.

Ieri sera erano molti i ragazzi presenti in un noto locale di Frosinone, il Cotonificio, i cui titolari attraverso la pagina facebook avevano già espresso vicinanza alla famiglia ed agli amici di Emanuele. I titolari, però, hanno fatto di più. A mezzanotte la musica si è affievolita sino a scomparire ed un minuto di silenzio ha coinvolto tutti i presenti. Un minuto per “fabbricare un sorriso anche per Emanuele“, un minuto “seguire il filo dell’Amore, spezzare quello della violenza”, per riflettere su ciò che di bello una serata tra amici può regalare e su quello che non deve mai togliere: la vita!

Marta Ferrari

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS