Frosinone – Percorso pedonale al Matusa: aggiudicati i lavori per 300mila euro | TG24.info
Aggiornato alle: 15:10 di Sabato 23 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Percorso pedonale al Matusa: aggiudicati i lavori per 300mila euro

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Percorso pedonale al Matusa: aggiudicati i lavori per 300mila euro
16 Febbraio
20:30 2018

 

 

 

 

Aggiudicati 306 mila euro di lavori per la realizzazione del percorso pedonale del futuro Parco Matusa.

E’ quanto emerge da una determina del Comune di Frosinone in base alla quale sarà una ditta di Veroli, la “G. e M. lavori srl” a svolgere gli interventi per la realizzazione di un percorso pedonale nell’ex stadio del capoluogo. Che sarà in seguito adornato con delle alberature e verde attrezzato. Il Comune ha invitato 18 imprese a presentare un’offerta per i lavori sulla base di un importo di lavori soggetto a ribasso. All’Ente sono pervenute 14 offerte. Le prime 7 classificate sono state escluse dal Comune in quanto le offerte sono state giudicate anomale, per via dei ribassi troppo alti. L’ottava classificata, la ditta di Veroli, si è aggiudicata dunque i lavori (con un ribasso del 25%) per una cifra pari a 279mila euro di lavori (che con oneri per la sicurezza e Iva arrivano a 306 mila euro). Ora è atteso l’avvio del cantiere per il percorso pedonale. Da mesi ormai i tabelloni installati dal Comune al Matusa durante l’ultima campagna elettorale per scandire con il countdown i tempi di realizzazione del Parco (costati circa 40mila euro)  non danno alcuna indicazione sul termine dei lavori. E non sono mancate le polemiche per le risorse impiegate sulle prime manutenzioni e gli incarichi ai professionisti per il futuro Parco. Il consigliere comunale di Frosinone in Comune, Stefano Pizzutelli, ha più volte chiesto per quale motivo l’amministrazione Ottaviani non abbia fatto una gara pubblica per affidare gli interventi al Matusa. Senza ricorrere a gara (per importi inferiori a 40mila euro è possibile l’affidamento diretto), il Comune ha affidato interventi per 39.700 euro all’impresa Recinedil di Ripi per la rimozione e trasporto  della recinzione metallica non riciclabile, demolizione e trasporto di muretti e fondazioni delle torri faro e sigillatura delle tracce della demolizione.

Altri  32 mila euro sono stati impegnati per i lavori di manutenzione sulla recinzione perimetrale del Matusa (fra cui interventi di tinteggiatura), pulizia della vegetazione spontanea, posa del prato nell’area delle ex panchine. Puntando su alcuni fornitori e sugli straordinari della cooperativa Essegi 2012, che gestisce la manutenzione degli immobili comunali. Altri 20 mila sono stati affidati alla Greenhouse Di Carlo srl per sistemazione del prato, circa 9mila alla Recinedil  e alla Edil scavi per altri interventi di sistemazione. Sul fronte degli incarichi circa 15mila euro sono andati all’architetto Pistolesi (per il progetto di fattibilità) e quasi 40mila euro agli architetti Cibin e Di Tardo (docenti dell’Accademia delle Belle Arti) per la redazione del Masterplan generale e del progetto definitivo ed esecutivo. Insomma le risorse già impegnate, con affidamenti diretti e senza gare pubbliche, fanno circa 150 mila euro. Cui ora si aggiungono i 306 mila euro di lavori, che sono passati però per una procedura alla quale hanno partecipato più imprese. In sostanza finora le risorse investite per il Parco Matusa si aggirano attorno ai 450mila euro. Ma il cammino è ancora lungo per realizzare i masterplan apparsi sulle brochure e sui tabelloni del Matusa in questi mesi. Per l’amministrazione Ottaviani, comunque, “la definitiva apertura del Parco Matusa alla cittadinanza si terrà entro la prossima primavera, con una serie di eventi di carattere sociale, culturale e, soprattutto, ambientale”.

Alessandro Redirossi

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS