Aggiornato alle: 04:00 di Giovedi 26 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Omicidio di Gloria Pompili, le motivazioni della sentenza

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Omicidio di Gloria Pompili, le motivazioni della sentenza
28 Dicembre
10:43 2019

 

 

 

 

Gloria Pompili la ragazza di 23 anni residente a Frosinone e trovata cadavere sul ciglio della strada sulla Monti Lepini il 23 agosto del 2017 sarebbe morta a causa delle vessazioni e dei maltrattamenti da parte degli imputati Loide Del Prete sua cugina ed il compagno Salem Mohamed di 25 anni. Entrambi ricordiamo sono stati condannati a 24 anni di carcere. Assolto invece il marito di Gloria con formula piena per non aver commesso il fatto. Questo era difeso dall’avvocato Antonio Ceccani. L’efferato delitto è stato scritto nero su bianco nelle motivazioni della sentenza che è stata depositata nei giorni scorsi dai giudici della corte di Assise di Latina.

La giovane mamma sarebbe morta per le atroci sofferenze subite. Tutto era iniziato quando la cugina le aveva chiesto se poteva sposare il fratello del suo compagno perché così avrebbe potuto beneficiare del permesso di soggiorno, in cambio le avrebbe dato 2000 euro. Gloria ignara di tutto quello che sarebbe accaduto in seguito aveva accettato. Ma da quel momento in poi per lei si era aperta la porta dell’Inferno. Trasferitasi insieme ai suoi bambini in un’abitazione di corso Lazio la ragazza era stata costretta a prostituirsi.

Salem pretendeva che portasse a casa almeno €500 al giorno e se provava a rifiutarsi erano botte per lei e per i suoi due bambini di 3 e 5 anni i quali più volte a causa delle percosse erano stati refertati al pronto soccorso di Frosinone.

Una volta addirittura erano stati appesi alla ringhiera di un balcone dentro una cassetta di plastica.

Il giorno in cui Gloria è deceduta era già stata percossa dalla cugina al mattino perché si era andata a prostituire sulla Nettunense dove gli imputati gestivano una frutteria, senza trucco e senza aver portato con sé i profilattici. Con il volto tumefatto e il corpo dolorante la giovane era stata accompagnata nella zona del meretrice meretricio. Poi la sera al rientro a casa lungo la Monti Lepini la lite furibonda perché aveva incassato pochissimo denaro. Il resto è cronaca.

Gloria Pompili è stata uccisa a colpi di bastone. I suoi aguzzini le hanno sfondato un polmone è spappolato la milza. Il testimone oculare che ha inchiodato Salem Mohamed ed Eloide del prete è stato proprio il bambino della giovane mamma che agli investigatori aveva detto di aver visto lo “zio” mentre mentre picchiava la madre perché voleva i soldi.

Mar.Ming.

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS