Aggiornato alle: 14:15 di Lunedi 24 Giugno 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Noleggio auto, le precisazioni dell’avvocato Fierimonte

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Noleggio auto, le precisazioni dell’avvocato Fierimonte
11 Giugno
22:00 2019

 

 

 

 

L’avvocato Emanuele Fierimonte, legale di A.E. uno dei due denunciati a Frosinone, per appropriazione indebita, rettifica quanto è stato riportato e divulgato a mezzo stampa.

Due uomini A.E. e R.C., a seguito di un’attività di indagine dei Carabinieri, sono stati denunciati presso il Tribunale di Frosinone, perchè dopo aver noleggiato da una società, un’autovettura JAGUAR, hanno omesso di restituirla al termine del periodo previsto.

L’avvocato Emanuele Fierimonte racconta il fatto: “Siamo nella fase delle indagini e non si può parlare di truffa perché tra l‘altro non si è mai parlato di truffa, neanche nel momento in cui sono stati fermati il mio assistito e l’altro ragazzo. Si è parlato di appropriazione indebita, ma da parte di uno dei due e non di entrambi.  A.E è la persona che avrebbe preso la Jaguar e un’altra macchina, la Jeep Compass. Quest’ultima è stata restituita, la Jaguar non si sa dove sia allo stato dei fatti. Ad A.E. non è stata contestata la truffa, ma l’appropriazione indebita. Sui giornali si è parlato di decine di macchine e di decine di persone coinvolte, ma non è così. Parliamo di due macchine di cui una è stata restituita e l’altra invece non si sa dove sia. C.R. inoltre non è mai stato intestatario di nessun contratto di leasing di macchine, risulta essere semplicemente il secondo guidatore della Jeep Compass che è stata regolarmente restituita, quindi non c’entra nulla neanche con la Jaguar; eppure risultano indagati entrambi, ma indagato è solamente A.E. C.R. adesso sta valutando la possibilità di fare denuncia – querela per diffamazione a mezzo stampa e a mezzo internet. Desidero fare delle precisazioni: come già spiegato non c’è stata nessuna truffa di auto, come è stato riportato sulla stampa sembra quasi che loro prendessero le auto a noleggio e le facessero sparire, ma non è assolutamente così. Per quanto riguarda invece la BMW si tratta di un’altra società, la quale ha richiesto semplicemente di riconsegnare la BMW per prendere un’altra autovettura. Quindi la BMW è stata riportata alla società e mentre C.R era in attesa del cambio vettura, è stato fermato. Sottolineo che la situazione è molto meno complessa e molto meno criminale da come descritta sulla stampa. Non stiamo parlando né di un giro di truffe né di truffe, parliamo di un bene che semmai e deve essere ancora tutto dimostrato, perché siamo nella fase delle indagini, è stato appropriato indebitamente da parte di un’altra persona. I giornali devono spiegare bene il fatto come è andato! Si precisa inoltre che C.R. non è indagato, sotto indagine è A.E e voglio ricordare che siamo nella fase delle indagini quindi parlare di truffe è totalmente inappropriato, anche perché non è il reato di truffa la contestazione e pertanto ci riserviamo di valutare il tutto durante e anche successivamente la fase delle indagini.”

Anna Ammanniti

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE