Aggiornato alle: 20:01 di Giovedi 18 Aprile 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – La Polizia di Stato festeggia il 167° Anniversario della Fondazione (video)

 ULTIME NOTIZIE
10 Aprile
16:02 2019

 

 

 

 

Si è svolta questa mattina alle ore 10.30 la cerimonia celebrativa del 167° Anniversario della Fondazione della Polizia presso il Conservatorio di Musica “Licinio Refice” di Frosinone.

Nel giorno della prima uscita ufficiale, dopo la presentazione alla stampa dello scorso 3 aprile, il Questore di Frosinone, Leonardo Biagioli è stato il padrone di casa dell’evento, momento non solo tradizionale per la Polizia di Stato, ma anche punto di incontro con le altre forze dell’ordine presenti sul territorio (Carabinieri, Guardia di Finanza e Aeronautica Militare), alla presenza anche del vescovo diocesano, Mons. Ambrogio Spreafico e del Prefetto di Frosinone, il dottor Ignazio Portelli.
Rispetto ad un anno fa c’è stato un calo dei reati commessi nella provincia di Frosinone del 9,40%, il miglior dato di tutta la regione Lazio, frutto dell’ottimo lavoro svolto dalla dottoressa Amato, che ha guidato la Questura di Frosinone negli ultimi anni, e dell’eccellente lavoro operativo e di prevenzione svolto dai vari reparti, e dagli agenti e funzionari di Polizia.

Come di consueto nel corso dell’evento, che ha avuto anche diversi momenti musicali diretti dal direttore del Conservatorio “Refice” di Frosinone, Alberto Gilardi, le premiazioni e le onoreficienze della Polizia di Stato.

Anche quest’anno, il tema è stato “esserci sempre”, espressione che rappresenta plasticamente lo spirito che anima tutte le  attività al servizio dei cittadini; non uno slogan quindi, bensì la sintesi del connubio incessante tra impegno costante e   presenza quotidiana, cui si aggiungono numerose   iniziative finalizzate a promuovere la cultura della legalità e a rinsaldare ulteriormente il legame con il territorio – “Un uovo per un sorriso”,   “Spesa di solidarietà”, a “Insieme in campo / Frosinone sale in cattedra”, “Conosciamo i volti del disagio”,   “INdipenteMENTE”, “Un libro per amico”, “Percorsi di legalità” oltre ai progetti ministeriali, recepiti in ambito locale, quali   “Pretendiamo legalità , a scuola con il  Commissario Mascherpa” e “Questo non è amore”.

Da sottolineare, proprio per facilitare il consolidarsi della legalità quale patrimonio culturale della società civile, lo slancio verso le fasce più giovani della collettività nel cui animo tali valori è ancora più importante che attecchiscano, ed in ciò si spiega la scelta del Conservatorio quale luogo di promozione tra i giovani della cultura e dell’arte.

L’ “esserci sempre” della Polizia di Stato, si realizza fattivamente con un gioco di “squadra” delle donne e degli uomini in servizio in  Questura, nei Commissariati e presso le Specialità – Ferroviaria, Postale e Stradale -, senza dimenticare la preziosa e quotidiana dedizione  del personale civile dell’Amministrazione dell’Interno, la proficua collaborazione dei Sindacati di Polizia ed il sostegno  dei sempre presenti rappresentanti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

Ad applaudire la grande “famiglia” della Polizia di Stato – consegnate con l’occasione ricompense ed onorificenze – anche numerose scolaresche che hanno assistito divertite alle esibizioni degli atleti dei Gruppi Sportivi delle Fiamme Oro e delle Unità cinofile della Polizia di Stato.

Nel servizio il servizio di HD24.it con Paolo Peticca e Stefano Di Ruscio e l’intervista di Alessandro Andrelli

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE