Frosinone – Il “metodo Scialò” salpa in Abruzzo | TG24.info
Aggiornato alle: 16:40 di 19 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Il “metodo Scialò” salpa in Abruzzo

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone  – Il “metodo Scialò” salpa in Abruzzo
16 Ottobre
21:00 2019

 

 

 

 

Dirigerà le Professioni Sanitarie dell’Asl 2 di Lanciano, Vasto e Chieti, praticamente metà regione Abruzzo, dove dovrà trovare soluzione ai tanti problemi che affliggono la professione infermieristica.  E’ il nuovo e prestigioso incarico affidato al dottor Gennaro Scialò dirigente delle Professioni sanitarie infermieristiche dell’Asl di Frosinone e Presidente Ordine delle Professioni infermieristiche di Frosinone.

Al dottor Gennaro Scialò, il direttore generale dell’Asl 2 dell’Abruzzo, Thomas Schael, ha chiesto “soluzioni più efficaci ai problemi di tipo organizzativo e a quelli specifici della categoria infermieristica”.

Pane per suoi denti o se si vuole musica per le sue orecchie: il dottor Scialò ha dedicato una vita alla professione infermieristica. Una professione sempre più qualificata e in continua evoluzione scientifica per essere all’altezza del ruolo che oggi gli infermieri ricoprono nelle strutture sanitarie. E lui le stagioni evolutive della professione le ha vissute tutte e da protagonista. Gennaro Scialò per la comunità scientifica delle regione Lazio è un saldo punto di riferimento, per tutti è semplicemente il “Maestro”, professionalmente pronto e umanamente immenso, disponibile con gli studenti e con le nuove leve della professione infermieristica, ma determinato quando occorre difendere la categoria. E’ docente dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, dove ha conseguito un Dottorato in scienze infermieristiche di ricerca e dove, dal 2008, è direttore del corso di laurea in Infermieristica, sedi di Sora e Ceccano. Svolge la sua attività professionale nella Asl di Frosinone dal 1981 ed è stato coordinatore del 118. Impossibile per chi si avvicina alla professione non conoscere Gennaro Scialò, ora per sei mesi è stato chiamato a trovare “soluzioni più efficaci ai problemi di tipo organizzativo” nell’Asl 2 dell’Abruzzo. Lascerà il segno anche lì con il “metodo Scialò”, dove le parole d’ordine sono: impegno, competenza, umanità e l’orgoglio di essere e cultura del fare.

Red.Cas.

  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS