Frosinone – Grande successo per il Macbeth dei detenuti-attori del Carcere | TG24.info
Aggiornato alle: 11:54 di 19 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Grande successo per il Macbeth dei detenuti-attori del Carcere

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Grande successo per il Macbeth dei detenuti-attori del Carcere
27 Luglio
16:30 2021

 

 

 

 

Non uno spettacolo ma un momento di grande riscatto nella nuova sala teatro.

Si conclude con un grande successo la messa in scena del Macbeth realizzato lo scorso 23 Luglio, dai detenuti-attori del carcere di Frosinone sezione Alta Sicurezza al termine di un percorso laboratoriale di teatro sociale con la compagnia Errare Persona diretta da Damiana Leone.
Presenti allo spettacolo, oltre alla Direttrice del Carcere Dott.ssa Teresa Mascolo, agli operatori, gli educatori e i poliziotti, anche alcuni ospiti tra cui la Magistrata di Sorveglianza Dott.ssa Carmela Campaiola e le associazioni che contribuiscono ai lavori e ai laboratori in carcere. Di grande importanza la presenza della Regione Lazio, tramite il dirigente Daniele Tasca, che ha contribuito con i propri fondi alla realizzazione della sala teatro dove si è svolta la rappresentazione.

“L’ultima battuta alla fine di questo spettacolo parla di ritrovare l’armonia, ecco confido che attività come questa, del teatro sociale in carcere, possano portare armonia anche tra i singoli, tra di voi” – commenta proprio Tasca, il primo ad intervenire alla fine dello spettacolo – “Oggi avete dato il meglio di voi agli altri, a chi assisteva a questo spettacolo. Il mio augurio è quello di guardarvi allo specchio e di ritrovarvi come esseri umani. Tutti noi, voi compresi, abbiamo bisogno di riempire i nostri animi e di essere educati, a questo serve un’attività come il teatro in carcere. Oggi tutti voi detenuti meritate il mio e il nostro rispetto”.

Parole di grande ringraziamento per i detenuti come per la compagnia anche dalla Direttrice del Carcere Dott.ssa Teresa Mascolo: “Io continuo a pensare che il teatro siano davvero una forma di riscatto dentro il carcere. Grazie, sono davvero riconoscente a Damiana, alla compagnia, agli educatori e ai poliziotti che hanno permesso questi laboratori e questa bellissima rappresentazione. Speriamo che ci possano essere tante repliche e tante altre attività di questo tipo. Sono convinta che laboratori come questi debbano proseguire nel tempo”.

Per la compagnia Errare Persona è un risultato importante raggiunto grazie al grande lavoro di squadra non solo del team artistico-teatrale ma anche di educatori e poliziotti del carcere che hanno tutti accolto molto positivamente il progetto “KORINEM”-“INVISIBILI TEATRO”. Un clima che ha favorito anche i lavori per la sala teatro che è stata inaugurata in occasione del Macbeth.

“Mi unisco ai ringraziamenti della Direttrice perché abbiamo trovato un gruppo capace di accoglierci e di averci fatto realizzare questo importante progetto” – afferma Damiana Leone della compagnia Errare Persona – “Il lavoro è stato duro ma credo che lo spettacolo di oggi sia la più grande soddisfazione per tutti noi, per tutta questa comunità. Non vediamo l’ora di poter fare delle repliche e di metterci di nuovo al lavoro. A questo aggiungo anche la mia più grande felicitazione perché oggi con questo spettacolo abbiamo inaugurato una nuova sala teatro in una provincia dove i luoghi della cultura sono sempre meno. Farlo in un carcere e con dei detenuti che sono troppo spesso considerati outsider della vita culturale del Paese credo sia un fattore in più a testimonianza che laboratori come questo devono proseguire ed espandersi”.

A chiudere questa importante giornata sono stati proprio loro, i detenuti-attori che, senza nascondere felicità ed emozione, hanno letto una lettera in cui si sono augurati “che questo sia solo un arrivederci a presto alle prossime iniziative, grazie davvero a Damiana e Anna che speriamo di ritrovare per continuare questo laboratorio teatrale anche nei prossimi mesi”.

Per la realizzazione dello spettacolo si segnala e ringrazia la regia e direzione artistica di Damiana Leone, con la collaborazione di Anna Mingarelli, allestimento e luci Luigi Di Tofano (che ha anche coordinato i lavori per la preparazione della sala teatro insieme ai detenuti), assistente e riprese Giuseppe Treppiedi.

 

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS