Frosinone – FridayForFuture, protesta green nel capoluogo | TG24.info
Aggiornato alle: 09:55 di Martedi 27 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – FridayForFuture, protesta green nel capoluogo

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – FridayForFuture, protesta green nel capoluogo
26 Settembre
09:40 2019

 

 

 

 

 

Venerdì studenti e giovani scenderanno in piazza sotto il Comune per uniformarsi alle manifestazioni di tutto il mondo uniti contro i disastri ambientali

Appuntamento alle 9 del mattino di venerdì in piazza VI Dicembre a Frosinone, proprio sotto la sede del Municipio, è questo l’appello di Giovanni Andrea Mignardi, il portavoce locale del movimento che è nato da Greta Thunberg e che sta rivoluzionando l’agenda politica mondiale portando al centro dell’attenzione di tutti il problema dei cambiamenti climatici.

<<Il movimento:”Fridays for future” (FFF) di Frosinone si unisce alle manifestazioni proposte a livello globale nella settimana di protesta ambientale dal 20 al 27 settembre in occasione del vertice sul clima a New York nella sede delle Nazioni Unite. Il nostro scopo come movimento a livello globale non è mai stato quello di far parlare di noi, bensì di alzare l’attenzione sull’emergenza climatica.

Venerdì 27 settembre organizzeremo una manifestazione a Piazza VI dicembre sotto la sede del Comune, per chiedere a gran voce che ci sia una costante attenzione sul tema ambientale a livello globale, situazione che non permette più attendismo ma necessita una pronta e decisa azione per invertire la tragica tendenza che rischia di rendere il nostro Pianeta un posto invivibile e insicuro con guerre e migrazioni come conseguenza inevitabile della catastrofe ambientale. Massima attenzione deve essere rivolta anche alla situazione locale in una provincia di cui ogni volta ci troviamo a ricordare quanto sia inquinata e alle prese con emergenze ambientali immani, prima tra tutte la condizione del fiume Sacco. Bisogna portare avanti entrambe le istanze in accordo con il motto di FFF:”pensare globalmente, agire localmente”.

Chiediamo che il comune riconosca lo stato di emergenza ambientale e di conseguenza prenda serie iniziative per migliorare l’attuale situazione e valuti tutte le altre iniziative da intraprendere sulla base dell’impatto ambientale che esse comportano.

È fondamentale che su questa tematica i giovani siano in prima linea, in quanto spetta alle idee e all’entusiasmo delle nuove generazioni dare lo stimolo per ripensare completamente il nostro modello di sviluppo per renderlo più solidale e verde, per questo scenderemo convintamente in piazza venerdì 27-continua il referente di FFF di Frosinone Giovanni Andrea Mignardi studente del primo anno di ingegneria chimica presso l’università La Sapienza di Roma.

Sulla stessa linea il presidente della Consulta provincia degli studenti, Lorenzo Vellone, frequentante il quinto anno al liceo scientifico: “Francesco Severi”: <<Il rispetto per l’ambiente naturale, ma anche sociale in cui si vive deve essere insegnato nelle scuole, deve essere uno dei valori fondanti della nostra istruzione. Con questo intento nella mia scuola, il liceo Severi, abbiamo proposto una serie di azioni per rendere la nostra scuola più verde, compendiate in un documento che abbiamo chiamato ‘Patto per l’ambiente’ e presenteremo in occasione della manifestazione del 27>>.

L’appello: <<Teniamo a sottolineare il prezioso ruolo dei media per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica, per questo auspichiamo da parte vostra la massima attenzione su questo problema. Siamo consapevoli che per questa battaglia non possiamo contare solo sulle forze di noi giovani, per questo chiediamo anche il sostegno e l’impegno degli adulti, abbiamo infatti invitato a partecipare alla manifestazione anche Legambiente e la CGIL, constatando con grande piacere la loro convinta adesione, per la quale intendiamo ringraziarli.  Auspichiamo che sempre più persone si uniscano al nostro movimento e a questa battaglia che riguarda tutti indistintamente, vogliamo un cambiamento e lo vogliamo ora>>, concludono gli organizzatori.

Che si ripeta il miracolo corale del Pride di giugno? Staremo a vedere, anche perché il tema Ambiente interessa direttamente tutti, nessuno escluso, anche se la politicizzazione è in agguato anche su un tema così universale.

Andrea Tagliaferri

  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS