Frosinone – Discarica di via Le Lame, MDC rilancia l’allarme | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Martedi 28 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Discarica di via Le Lame, MDC rilancia l’allarme

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Discarica di via Le Lame, MDC rilancia l’allarme
17 Luglio
14:24 2015

 

 

 

 

La visita in città della Commissione Parlamentare sugli ecoreati ha destato l’attenzione sull’annosa vicenda della discarica dell’Asse Attrezzato. Previsto un convegno del Movimento Difesa del Cittadino sulle soluzioni tecniche ad Ottobre in Amministrazione Provinciale. Intanto il sito pare sarà inserito nella nuova perimetrazione dell’area “disastrata” del bacino del Sacco.

Dopo la visita a Frosinone della Commissione Parlamentare sugli Eco-reati, torna viva la questione della Ex discarica, oggi sequestrata, di via Le Lame. Lo sportello frusinate di MDC Lazio, con il suo rappresentante provinciale Giuseppe Pettenati, è stato tra i primi ad aver posto i riflettori- anni orsono- sulla pericolosità del sito ma non si è limitato a fare polemiche, proponendo anche soluzioni concrete che, ad oggi, paiono “ignorate” anche dopo essere stati ascoltati dal Comune. “Consapevole di aver contribuito a riaccendere i riflettori sulla annosa questione – dichiara Pettenati- nell’essere fermo sulla necessità di risolverla una volta per tutte, per il bene della collettività al di là di competenze e responsabilità ricordo di aver da sempre portato il proprio fattivo contributo d’idee, in linea con i dettami dell’ economia verde. Tale propria attività di sensibilizzazione ai valori della virtuosa gestione del rifiuto è iniziata con l’aver concesso patrocinio al Convegno “Investi nei tuoi rifiuti” organizzato dalla sede locale dell’ Associazione nazionale “ Clubin Italia”, qui in Frosinone lo scorso 10 Aprile 2013, con la presentazione successivamente di un Manifesto per una virtuosa gestione del rifiuto, segnalando, dunque, all’Amministrazione Comunale nel corso del 2014 e del 2015 opportunità attuabili, come da ultimo l’esistenza di una tecnologia innovativa in materia di bonifica dei siti inquinati e produzione di energia dagli stessi rifiuti. Ringraziamo quelle associazioni nazionali che ci permettono di portare all’attenzione delle Istituzioni locali delle proposte concrete. L’ultima da noi segnalata- quella della tecnologia di disgregazione molecolare dei rifiuti– riteniamo opportuno presentarla a tutta la collettività provinciale, in un nostro specifico evento, dopo la pausa estiva” conclude il responsabile dello sportello frusinate di MDC Lazio, dott. Giuseppe Pettenati. Sul sito del Comune, tra l’altro, è reperibile una Delibera di Giunta del 24 giugno scorso, che stabilisce: “1 di procedere, per la messa in sicurezza del sito della discarica, all’attuazione di un’indagine di soluzioni tecniche e di mercato finalizzate alla ricezione di manifestazioni di interesse per favorire la partecipazione e la consultazione del maggior numero di operatori potenzialmente interessati alla realizzazione dell’intervento di LandfillMining per la messa in sicurezza, ai sensi del Titolo V della Parte IV del D.Lgs. 152/06, e il recupero ambientale ???????????????????del sito della discarica “Le Lame”; 2 di prendere atto dello schema dell’avviso pubblico e dei relativi allegati (Allegato 1:istanza di partecipazione;; Allegato 2: dichiarazione sostitutiva di certificazione); 3. di demandare, prima dell’espletamento delle attività dell’evidenza pubblica finalizzata alla scelta dell’operatore dell’intervento, le determinazione di competenza dell’Organo Consiliare relativamente alla dismissione dell’area della discarica, prevedendo all’uopo, la possibilità della collocazione di attività di servizio rivolte alla riqualificazione ambientale; 4 dare mandato al Dirigente ed agli Uffici competenti di adottare tutti i necessari e conseguenti provvedimenti per l’esecuzione della presente deliberazione, provvedendo anche alla pubblicazione dell’avviso pubblico per estratto su due quotidiani a diffusione nazionale; 5 con ulteriore unanime votazione, svolta per alzata di mano, il presente atto viene dichiarato urgente e reso immediatamente eseguibile, ai sensi e per gli effetti previsti dall’art. 134, ultimo comma, del D.Lgs. n. 267/2000“.  Pare che nell’ultima riunione della Commissione Ministeriale sulla nuova perimetrazione dell’area ricadente nel bacino del Sacco ai fini della bonifica, tra l’altro, si legga l’inserimento anche della Ex Discarica nel piano. Questo potrebbe significare una evoluzione della vicenda, speriamo positiva. Continueremo a seguire la vicenda e ad incalzare le istituzioni affinché il tema passi da “dibattito” a soluzione concreta visto che le prove dell’inquinamento dei terreni attigui, dell’aria e delle falde acquifere sono ormai certe e la salute delle persone non è solo potenzialmente a rischio ma già danneggiata.

 

Andrea Tagliaferri

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS