Frosinone – Coronavirus, al via oggi le visite in video al cimitero | TG24.info
Aggiornato alle: 09:00 di Venerdi 25 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Coronavirus, al via oggi le visite in video al cimitero

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Coronavirus, al via oggi le visite in video al cimitero
16 Aprile
10:45 2020

 

 

E’ partita questa mattina l’iniziativa ideata dall’amministrazione​ comunale di Frosinone, attraverso la quale sarà possibile effettuare ​ visite in diretta video dalla propria abitazione presso il cimitero comunale di Colle Cottorino.

Una iniziativa che si è resa necessaria a seguito del decreto anticovid che vieta la circolazione. Grazie ad apparecchiature tecnologiche i volontari della Protezione civile e degli addetti alla struttura cimiteriale i cittadini interessati potranno rivolgersi al 342 9967003, esclusivamente con comunicazione whatsapp, numero a cui risponderà un operatore cimiteriale o un volontario della Protezione civile, per prendere appuntamento ed​ effettuare, successivamente, un ingresso in diretta video all’interno ​ del cimitero. Tramite l’applicazione WhatsApp, ossia con la ​ messaggistica istantanea in video, infatti, una volta raggiunto dal​ volontario il luogo fisico ove riposa il defunto, l’utente potrà raccogliersi in preghiera o in meditazione dinanzi all’immagine in diretta per due minuti, con il supporto del volontario che guiderà il​ familiare dal piazzale esterno fino all’interno della struttura​ cimiteriale, nel percorso online di andata e ritorno. In questa prima​ fase di sperimentazione del servizio, saranno previste dalle 30 alle 40​ visite al giorno, attraverso la prenotazione con messaggio telefonico.

​ ​ “Grazie alla consueta preziosa collaborazione dei volontari della​ ​ Protezione civile e degli addetti ai servizi cimiteriali – ha dichiarato​ il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – anche se a distanza, chi​ vorrà potrà avere il conforto di rivolgere il proprio affettuoso ​ pensiero o una preghiera, in diretta video, a un parente o a un amico da​ cui ha dovuto subire il distacco, o anche rispetto a congiunti che non è stato più possibile onorare da ormai oltre un mese, dal momento in​ cui sono entrati in vigore i provvedimenti che limitano la circolazione ​delle persone, per ragioni sanitarie”.

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS