Aggiornato alle: 22:37 di Venerdi 4 Dicembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Comegna (Dem): “Consiglio dei Giovani, l’amministrazione metta fine a questa farsa”

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Comegna (Dem): “Consiglio dei Giovani, l’amministrazione metta fine a questa farsa”
21 Novembre
21:30 2020

 

 

 

 

“La notizia del lancio di un sondaggio con il quale l’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Frosinone chiedeva al popolo del web se fosse opportuno svolgere o meno elezioni del Consiglio dei Giovani ci lascia perplessi e senza parole”.

Queste le riflessioni a caldo del segretario dei Giovani Dem del capoluogo Giulio Comegna, secondo il quale: “Nessuno più dei Giovani Democratici vuole il Consiglio Comunale dei Giovani, per cui ci battiamo dal lontano 2015, portando per primi la proposta in Consiglio Comunale ad inizio 2019. Negli ultimi due anni abbiamo spronato continuamente l’amministrazione comunale ad indire le elezioni,  ragione per la quale sono sobbalzato alla notizia che ora,  senza risorse finanziare ed in piena emergenza epidemiologica, l’Assessorato alle politiche giovanili rilanci questo tema in maniera inopportuna e maldestra. Ritengo che il modo con cui tutto ciò è stato fatto rappresenti uno schiaffo in pieno volto ai giovani ed alle istituzioni giovanili della città: non è tramite un sondaggio che si può pensare di decidere le sorti di un’istituzione destinata a rappresentare i giovani tra i 15 ed i 25 anni residenti a Frosinone; non è con un sondaggio online che si byapassa una discussione che invece doveva avvenire con il coinvolgimento di tutti gli attori in campo. Se questa è l’idea di democrazia, collegialità e trasparenza portata avanti dall’Assessora Fabrizi, che assieme ai promotori ha lanciato il quesito online, allora non possiamo che dirci sinceramente mortificati: è vergognoso che un amministratore si affidi al web per evitare il compito di assumere decisioni, tra l’altro in maniera ambigua e poco trasparente”. Non si placano dunque le polemiche che hanno accompagnato in parte il travagliato iter del Consiglio dei Giovani di Frosinone, specialmente nell’ultimo periodo nel quale secondo Gianmarco Longiarù, esponente dem candidato nell’assise giovanile: “Abbiamo assistito impotenti all’approssimazione ed alla noncuranza, giunte al culmine con la trovata del sondaggio online, il quale tra l’altro non garantiva nessuna trasparenza e sicurezza: basti pensare  che molti hanno espresso più di un voto sulla piattaforma, o che altri pur non essendo in possesso dei requisiti per il Consiglio dei Giovani hanno però potuto votare ugualmente. La cosa che più fa male è che tutto ciò è avvenuto escludendo e tagliando fuori tutti gli attori in campo, difatti solo pochi intimi risultano essere stati invitati a partecipare ai passaggi e alle riunioni promosse dall’Assessora Fabrizi, dalle quali è uscita quest’idea tragicomica del sondaggio. A nome mio e di numerosi altri candidati nella lista FROSINONE STRADA PER STRADA chiedo con forza chiarezza all’amministrazione comunale, affinché si metta fine a questa farsa!” Insomma, la strada che dovrebbe portare alle elezioni del Consiglio dei Giovani sembra farsi sempre più accidentata. Tuttavia, secondo il Segretario GD Frosinone Comegna: “Ci sono ancora i margini per una ricomposizione positiva di questa spiacevole vicenda. Occorre azzerare subito questa situazione e avviare una vera discussione sulla base della quale andare tutte e tutti insieme ad indire nuove elezioni nel 2021, con tutto il tempo, la sicurezza e le risorse finanziarie del caso, al fine di garantire inclusività ed una massiccia partecipazione delle ragazze e dei ragazzi di Frosinone a questo importantissimo appuntamento. Faccio in tal senso appello al Sindaco Ottaviani affinché si adoperi per sanare questa crepa, facendosi garante di una discussione concreta, inclusiva e rappresentativa, in grado di portare il Consiglio dei Giovani a celebrare le proprie elezioni.”

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS