Aggiornato alle: 04:00 di Sabato 29 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Capo della squadra mobile accusato di lesioni e minacce, il Gip archivia il caso

 ULTIME NOTIZIE
Frosinone – Capo della squadra mobile accusato di lesioni e minacce, il Gip archivia il caso
24 Gennaio
09:32 2020

 

 

 

Secondo le accuse una donna rumena l’ex capo della squadra mobile di Frosinone Carlo Bianchi insieme a cinque poliziotti avrebbero minacciato puntandogli una pistola alla tempia e strattonandola . Accuse pesanti che hanno indotto il giudice per le indagini preliminari a svolgere le opportune indagini. Nei giorni scorsi è arrivato il procedimento di archiviazione nei confronti del vice questore di Frosinone e degli altri 5 agenti di polizia.

La vicenda risale al febbraio dello scorso anno quando i poliziotti della Mobile avevano intercettato un furgone rubato che era stato utilizzato da due cittadini romeni per mettere a segno furti nella zona industriale di Frosinone. Nel tentativo di bloccare il furgone gli agenti erano stati speronati più volte dai malviventi che addirittura per cercare di scappare avevano imboccato contromano lo stradone Asi creando Addirittura una cortina fumogena scaturita dagli estintori proprio per fare in modo di depistare gli agenti. L’avvocato Marilena Colagiacomo che difendeva il dirigente della squadra mobile e gli altri poliziotti ha sostenuto davanti al giudice che quei malviventi avevano messo in atto un’azione oltremodo pericolosa in quanto avevano caricato oltre 600 litri di gasolio che era stato rubato poco prima in un cantiere percorrendo contromano quello stradone con quella “bomba” sul furgone mettendo a repentaglio la vita degli automobilisti in transito. Uno di questi era stato trovato nella sua abitazione a Patrica. La nonna nonché denunciante, si era frapposta agli agenti per evitare che il nipote venisse arrestato. Ma c’è di più: la donna avrebbe asserito che i poliziotti le avevano puntato una pistola alla tempia strattonandola e facendola cadere per terra. Alla luce degli elementi raccolti il gip ha archiviato il caso. Adesso l’avvocato Colagiacomo sta valutando se presentare nei confronti della romena una denuncia per calunnia.

Mar. Ming.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE