Frosinone – Area di Crisi, Pompeo: “Ora concentriamoci sui progetti” (video) | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Martedi 28 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Frosinone – Area di Crisi, Pompeo: “Ora concentriamoci sui progetti” (video)

 ULTIME NOTIZIE
23 Ottobre
17:59 2018

 

 

 

 

“E’ quella di oggi una giornata importante per la nostra provincia. La firma dell’Accordo di programma per la reindustralizzazione dell’Area di crisi di Frosinone-Anagni ha diversi significati: in primo luogo vuol dire che anche da noi si può fare impresa, che ci sono gli strumenti per investire e che questi strumenti sono arrivati grazie allo sforzo e al lavoro di un intero territorio”. E’ quanto dichiara il Presidente Antonio Pompeo dopo che, questa mattina, è stato firmato l’Accordo di Programma per la riconversione e riqualificazione industriale dell’Area di Crisi Industriale Complessa di Frosinone.

L’Accordo interessa un’area di 46 Comuni (37 della Provincia di Frosinone e 9 della Città Metropolitana di Roma) che costituiscono l’Area di Crisi Industriale Complessa di Frosinone e la sua formalizzazione consente ora la pubblicazione da parte di Invitalia di un bando da 10 milioni di euro, messi a disposizione dal Mise con fondi della Legge 181/89, destinato alle imprese (società di capitali) che intendono realizzarvi investimenti da almeno un milione e mezzo di euro.

<Tutto il percorso è partito – ha dichiarato nella nota Antonio Pompeo – nella sede della Provincia di Frosinone ormai tre anni fa. […] Il Consiglio provinciale a maggio 2016 ha deliberato la richiesta alla Regione Lazio dell’istituzione dell’Area di crisi complessa che è stata decretata dal Mise a settembre 2016. Grazie a questo lavoro sono stati prorogati ogni anno gli ammortizzatori sociali e ora arriva la possibilità di creare sviluppo e occupazione, buona occupazione.

Certo non è un vanto essere un territorio dichiarato area di crisi, ma di fronte allo stato delle cose, comunque abbiamo messo in campo un progetto di rilancio che oggi ha uno strumento in più, l’Accordo di programma.

Il lavoro non è finito con la sottoscrizione del documento, anzi inizia adesso la parte più difficile. Trasformare questo strumento, in risultati concreti in termini di investimenti. Investimenti efficaci e ricadute per l’economia  e l’occupazione, evitando gli errori che sono stati commessi nel passato. L’Accordo di programma sottoscritto nel 2013 ci ha insegnato qualcosa e dobbiamo tenerne conto>.

Guardate la nostra intervista presso la Camera di Commercio di Frosinone, realizzata da Hd24.it 

LEGGI ANCHE

Provincia – Area di Crisi, l’Accordo di Programma è realtà: in arrivo bando da 10 milioni

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS