Aggiornato alle: 20:35 di Mercoledi 20 Febbraio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Fontechiari – Abbraccia un’anziana per rubarle la collana, arrestata

 ULTIME NOTIZIE
Fontechiari – Abbraccia un’anziana per rubarle la collana, arrestata
24 Ottobre
20:00 2018

 

 

 

 

Abile borseggiatrice in azione entra prima nelle grazie di un’anziana 87enne di Fontechiari per poi riuscire a sfilarle dal collo una collana d’oro. Bloccata e tratta in arresto con il suo complice.

Il singolare episodio è avvenuto ieri mattina nel territorio del Comune di Fontechiari e ad intervenire tempestivamente sono stati i militari del Norm della Compagnia di Sora in collaborazione con i colleghi della stazione di Vicalvi, nel corso di un periodico controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori. I militari operanti hanno così tratto in arresto per “furto aggravato in concorso” una 60enne di Aprilia già censita per reati analoghi.

Ecco la ricostruzione dei fatti. Nel piccolo centro di Fontechiari, la 60enne pregiudicata, fingendosi un’estetista, è riuscita ad avvicinare l’anziana all’uscita di casa, conquistandola con le sue attenzioni e lusinghe. In pochi minuti, dopo averla abbracciata con slancio, ha saputo sfilare dal collo dell’ignara vittima un prezioso e vecchio ricordo di famiglia, salutandola come se non fosse accaduto nulla, per poi salire a bordo di un’autovettura guidata da un complice ed allontanarsi in tutta fretta. La fuga però è stata interrotta dai militari operanti, riuscendo a bloccare il mezzo in fuga nel territorio di Vicalvi e procedendo immediatamente al controllo dei due occupanti, appena segnalati quali autori del furto. Nel corso della perquisizione personale è stata rinvenuta, all’interno del reggiseno della donna, la refurtiva segnalata e un’altra collana in oro giallo del peso di 15 grammi di provenienza ignota. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

La 60enne di Aprilia è stata tratta in arresto e trattenuta presso la camera di sicurezza della Compagnia di Sora in attesa del rito direttissimo, mentre il complice, già censito per furto, resistenza a Pubblico Ufficiale e riciclaggio, è stato deferito in stato di libertà per analogo reato. Per entrambi, inoltre, è stato emesso un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per ben 3 anni. L’azione intrapresa dai Carabinieri operanti non si arresta con tale episodio e prosegue costantemente per tutelare, in particolare, le fasce più deboli, vittime di truffe e raggiri.

Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE