Fontana Liri – Protesta degli immigrati, sei in ospedale: via allo sgombero | TG24.info
Aggiornato alle: 15:24 di Lunedi 27 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Fontana Liri – Protesta degli immigrati, sei in ospedale: via allo sgombero

 ULTIME NOTIZIE
Fontana Liri – Protesta degli immigrati, sei in ospedale: via allo sgombero
10 Aprile
12:01 2017

 

 

Attimi di tensione ieri mattina nel centro in contrada Tillo che ospita un gruppo di migranti. Dopo la protesta dei giovani extracomunitari, infatti, è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine oltre che della guardia medica. I profughi lamentavano forti dolori e sei di essi sono stati condotti in ospedale. Dopo l’ordinanza del sindaco Sarracco, che impone lo sgombero della struttura,  la situazione si fa sempre più esplosiva.

Nella giornata di ieri, dunque, l’ennesima protesta  a “Villa Stefano”. L’oggetto del contendere sempre lo stesso, il trattamento, a dire dei profughi, insufficiente.  A peggiorare le cose, oltretutto,  i dolori addominali che sei dei sedici ospiti della struttura lamentavano. Per questo motivo è stato richiesto l’intervento della guardia medica e di ambulanze che hanno trasportato i sei giovani al S.S Trinità di Sora. Gli ospiti erano alle prese con vomito e forti crampi addominali. Da qui il trasferimento nel nosocomio sorano per sospetta intossicazione. Non si esclude che tutto ciò possa essere stato causato dall’utilizzo di acqua non potabile.
Per quanto riguarda il resto degli ospiti della struttura di Fontana Liri, in sei sono rimasti dove erano, in attesa del termine previsto per lo sgombero in seguito all’ordinanza firmata nei giorni scorsi dal sindaco Gianpio Sarracco. Termine fissato per le ore 16 di domani. Il provvedimento è stato conseguenza delle scarse condizioni igienico sanitarie esistenti nello stabile, così come riscontrato anche dalla Asl. Quattro persone, invece, sono state condotte nel commissariato di via Firenze e prese in carico dalla Polizia. Tra gli ospiti di “Villa Stefano” erano presenti anche minorenni.
Quella di ieri, dunque, l’ennesima giornata di tensione. Solo l’intervento di carabinieri, polizia, polizia locale e di un responsabile della Prefettura ha permesso di sedare gli animi degli ospiti. Un intervento che ha consentito, in pratica, di iniziare lo sgombero. Non è escluso, oltretutto, che già nella giornata odierna possano arrivare indicazioni dalla Prefettura.
La vicenda continuerà comunque a far discutere, con i responsabili della struttura che hanno già fatto capire che si muoveranno legalmente per difendere una gestione che, in più di una occasione, hanno definito come esemplare.

CAP

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS