Aggiornato alle: 04:00 di Venerdi 14 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Focus Scuola – Il calendario scolastico 2020/21 stabilito della Regione Lazio

 ULTIME NOTIZIE
Focus Scuola – Il calendario scolastico 2020/21 stabilito della Regione Lazio
12 Luglio
08:35 2020
Dopo le indicazioni del Ministero sulla data dell’inizio delle lezioni, la Regione Lazio ha stabilito il calendario scolastico per l’anno 2020-21, indicando tutte le date importanti, dal primo all’ultimo giorno di scuola, l’inizio e la fine delle vacanze di Natale e di Pasqua e i ponti in cui le scuole resteranno chiuse. La prima campanella suonerà per tutti gli studenti laziali lunedì 14 settembre.

Le lezioni prenderanno quindi il via lunedì 14 settembre e si concluderanno l’8 giugno del 2021. Le scuole dell’infanzia apriranno il 14 settembre, ma chiuderanno il 30 giugno 2021. Le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021; le vacanze pasquali dal 1° aprile al 6 aprile 2021.  La Regione precisa che cercheranno di garantire l’unitarietà nella programmazione dei servizi e la semplificazione della ripresa delle attività didattiche, considerata l’estrema difficoltà in cui le scuole sono costrette ad operare nell’attuale situazione. Le attività scolastiche riprenderanno a settembre su tutto il territorio nazionale ed è essenziale che ciò avvenga in un contesto di sicurezza che rispetti oltre che il diritto all’istruzione, anche il diritto alla salute. È necessario quanto prima pertanto coordinare i diversi servizi che ruotano attorno all’avvio delle attività scolastiche, come per esempio il trasposto pubblico ed il trasporto degli alunni con disabilità. Anche se nel rispetto dell’autonomia scolastica, è intenzione della Regione procedere nella direzione della necessaria unitarietà organizzativa, approvando d’ufficio il calendario scolastico regionale per l’anno 2020-21, in recepimento delle linee guida emanate dal MIUR che stabiliscono che l’inizio delle lezioni lunedì 14 settembre 2020 e la conclusione martedì 8 giugno 2021 e nella direzione della semplificazione delle procedure e degli adempimenti. Oltre alle domeniche, sono considerati festivi i seguenti giorni: 1° novembre; 8 dicembre; 25 dicembre Natale; 26 dicembre Santo Stefano; 1° gennaio Capodanno; 6 gennaio Epifania; 4 aprile Pasqua; 5 aprile Lunedì dell’Angelo; 25 aprile Festa della Liberazione; 1° maggio Festa del Lavoro; 2 giugno Festa della Repubblica; Festa del patrono se ricadente in un giorno di lezione. Le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021; le vacanze pasquali dal 1° aprile al 6 aprile 2021. C’è la possibilità di prevedere soltanto tre giorni di ponte, in quanto le altre festività nazionali cadono di sabato o domenica: lunedì 7 dicembre; lunedì 31 maggio e martedì 1° giugno. Nel calendario scolastico 2020/21 si contano 209 giorni di frequenza per gli istituti che articolano l’orario su 6 giorni settimanali e 175 per gli istituti che articolano l’orario su 5 giorni settimanali.  Anche se vengono effettuati i 3 giorni di ponte, si è in presenza di una situazione che soddisfa il limite minimo dei giorni di frequenza previsto: 206 (su un minimo di 206) per gli istituti che articolano l’orario su 6 giorni settimanali; 172 (su un minimo di 171) per gli istituti che articolano l’orario su 5 giorni settimanali. Esclusivamente per l’anno scolastico 2020/21, la Regione Lazio approva d’ufficio il calendario scolastico con i seguenti 3 giorni di sospensione della didattica: lunedì 7 dicembre; lunedì 31 maggio e martedì 1° giugno. Le scuole non devono quindi mandare la consueta comunicazione entro il 15 luglio per le eventuali variazioni al calendario scolastico. Recependo le direttive del Miur, termineranno, in data successiva alla conclusione delle lezioni, le attività inerenti agli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di 1° e 2° grado e i percorsi formativi destinati all’istruzione degli adulti. Potranno invece anticipare l’inizio delle attività didattiche e terminarle in data successiva, gli Istituti secondari di 2° grado per attività di stage e/o di alternanza scuola-lavoro, esclusivamente per gli interventi di recupero della didattica e per gli interventi didattici successivi allo scrutinio finale per gli studenti con giudizio sospeso.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE