Aggiornato alle: 21:29 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

FOCUS Scuola – Coronavirus, 300 scuole in una settimana con casi positivi

 ULTIME NOTIZIE
FOCUS Scuola – Coronavirus, 300 scuole in una settimana con casi positivi
22 Settembre
19:30 2020
Da lunedì 14 settembre, dal ritorno in classe per questo nuovo anno scolastico ad oggi, quindi dopo sette giorni esatti, sono 300 le scuole con almeno un caso di Covid-19.

Secondo quando sostiene Lorenzo Ruffino, studente di Economia a Torino e collaboratore per Pagella Politica e Youtrend, insieme allo studioso Vittorio Nicoletta, ad oggi sarebbero circa 300 le scuole con almeno un caso di Coronavirus. “Dopo una media di casi di 20 al giorno per i primi tre giorni, si è poi passati a oltre 55 nei tre giorni successivi. E ieri, nonostante molte scuole facessero da seggio, ne abbiamo trovati circa 60. Nel 76% dei casi sono coinvolti studenti e nel 13% docenti. I casi restanti sono o altro personale della scuola o a volte non si sa. La primaria ha il 27% dei casi, le superiori il 25%, l’infanzia il 23% e le medie il 16%. Non sempre è chiaro che scuola è coinvolta”. In caso di positività di un alunno, il protocollo di sicurezza per la riapertura delle scuole, prevede che vengano messi in quarantena i compagni di classe e gli insegnanti che hanno avuto contatti con lui entro due giorni dall’accertamento.

Questa  la mappa dei contagi nelle scuole aggiornata al 18 settembre.

Friuli Venezia Giulia, studenti in quarantena e scuola dell’Infanzia chiusa. Sono ben 115 ragazzi dell’Isis Michelangelo Buonarroti di Monfalcone (Gorizia) sono stati posti in isolamento fiduciario dopo che un docente era risultato positivo al Coronavirus: risultati negativi al tampone, possono già tornare a scuola. Il caso di infezione derivava da un contatto indiretto che l’insegnante aveva avuto con una persona proveniente dall’Est Europa. In queste ore, aggiunge la Regione, anche una studentessa dell’Isis Dante Alighieri di Gorizia è stata posta in quarantena in attesa di essere eseguire l’esame del tampone. La misura preventiva, estesa anche ai familiari della ragazza, è stata adottata dall’Azienda sanitaria dopo che la studentessa è entrata in contatto con una persona positiva che non frequenta la scuola. Sempre in Friuli, un insegnante che risiede a Manzano (Udine) e lavora in una scuola materna di Gorizia, è risultato positivo al Covid-19. Chiusa in via precauzionale la sezione dei “piccoli” della scuola dell’infanzia di Carlino (in provincia di Udine) dopo che è stato accertato un caso di Covid-19 in un bimbo che aveva accusato una leggera sindrome influenzale. Anche un alunno della scuola Gaspardis di Trieste è risultato positivo al Coronavirus.L’alunno, 21 compagni di scuola e 3 docenti si trovano ora in quarantena.

Trentino Alto Adige, 3 studenti positivi, 23 in quarantena. Sono 3 gli alunni risultati positivi nella Regione, di cui uno in unascuola materna dell’altopiano di Pinè, uno in una scuola primaria della val di Sole e uno in un istituto superiore di Rovereto. A Bolzano, invece, lunedì 14 settembre, uno studente dell’istituto tecnico “Max Valier” è risultato positivo al Coronavirus. I 23 compagni di classe e tre insegnanti sono in quarantena.

Lombardia,  4 classi in quarantena. Un bambino che aveva fatto il tampone il 3 settembre in Brianza, il 7, l’8 e il 9, è andato comunque a scuola, ed è poi risultato positivo. A Milano sono 6 i casi di tamponi positivi nelle scuole del capoluogo: 5 alunni e 1 insegnante. Si tratta di alunni di micronido (1 caso) e di scuola dell’infanzia (4 casi). Le classi dei 5 positivi sono state isolate. Il docente, invece, insegna in una scuola secondaria di primo grado. Non è stato disposto alcun isolamento nell’istituto del caso. Il 15 settembre, invece, si sono registrati i primi casi di positività tra gli alunni e gli operatori e le prime 4 classi in isolamento, a Milano.

Piemonte, 5 studenti e operatori positivi. A questo numero ammontano i positivi dopo l’esito del test negli ‘hotspot scolastici’ allestiti dalla Regione per la diagnosi immediata di Coronavirus. Al test si sono rivolti fino a oggi 212 tra studenti e personale della scuola.

Veneto, casi di positività, maestre in quarantena. Gli alunni di due classi della provincia di Treviso sono stati posti in quarantena, a seguito dell’emergere di una positività rispettivamente in una Scuola Materna e in Istituto Superiore del Distretto. Alla Materna è scattata la quarantena anche per le maestre; nessun provvedimento restrittivo, invece, per i docenti della Scuola Superiore.

Liguria,  una bambina e uno studente positivi. Al Gaslini di Genova risulta ricoverata da domenica, insieme alla mamma, una bambina di due anni originaria del Bangladesh: entrambe positive. La piccola aveva frequentato per qualche giorno un asilo genovese. La segnalazione è arrivata al Dipartimento di prevenzione della Asl3 che ha attivato tutte le procedure per identificare e tracciare i contatti stretti. Hanno quindi già eseguito il tampone un altro bimbo co-presente in asilo (classi al massimo con due bimbi) e 2 maestre, 1 ausiliario e 2 cuoche, tutti in isolamento. L’asilo non è stato chiuso. Positivo anche uno studente dell’istituto tecnico ‘Liceti’ di Rapallo. Già prima della conferma della positività, il dirigente scolastico ha disposto che tutta la classe oggi non entrasse. Con la conferma è scattata la quarantena per tutta la classe e per le due insegnanti che avevano tenuto lezioni a quegli studenti.

Toscana, 2 bambini positivi. Classi in quarantena. Nella provincia di Lucca, il 16 settembre un bambino che frequenta la scuola primaria Felice Orsi di Porcari è risultato positivo. Scattata  la quarantena per 16 compagni, tre insegnanti e un collaboratore. Sono invece 42 i bambini risultati positivi al Coronavirus a seguito di tamponi richiesti a partire dal 14 settembre scorso. È quanto emerge dai dati in possesso della Regione Toscana. Diciotto alunni e 3 maestre di una scuola elementare nel comune di Fosdinovo, in provincia di Massa Carrara, sono in quarantena da lunedì 14 dopo che una bambina ha ricevuto l’esito del tampone risultato positivo. A Pratouna studentessa si è presentata in classe per seguire il primo giorno di lezioni, ma non poteva farlo visto che era in attesa del tampone che poi si è rivelato positivo. Nessuna quarantena in classe, ma controlli per due compagni che sono stati vicini a lei. La preside furiosa si è scagliata contro la famiglia della ragazzina che adesso rischia una multa.

Emilia Romagna, studenti in isolamento. Alcuni studenti di due classi di un liceo scientifico di Riminisono finiti in quarantena perché hanno avuto contatti ravvicinati con un giovane di un altro istituto risultato positivo al coronavirus prima di rientrare a scuola. Gli studenti posti in isolamento hanno ricevuto la comunicazione dal Servizio di Igiene pubblica nel weekend prima dell’inizio della scuola e, come precisa l’Ausl Romagna, non si sono mai presentati in classe. Al momento, dunque, non c’è nessun caso di positività tra gli studenti del liceo. A Ferrara, un insegnante di una scuola d’infanzia è risultato positivo: per 14 bambini e altri due componenti del personale educatore è scattato l’isolamento domiciliare in attesa di essere sottoposti a tampone. Tre casi si positività si sono registrati in tre diversi Istituti di scuola secondaria di secondo grado a Bologna. Gli studenti, sono tutti asintomatici e frequentanti tre scuole diverse, il Liceo Ginnasio Statale M. Minghetti, il Liceo Linguistico Laura Bassi ed il Liceo Scientifico A. Righi. Attualmente i soggetti coinvolti, tra studenti e docenti, sono circa 30 per ogni Istituto.

Lazio, classe in quarantena. Uno studente di Monterotondo, in provincia di Roma, è risultato positivo: l’intera classe è stata messa in isolamento dalla Asl e dalla scuola stessa.

Puglia, rinviata apertura delle scuole a Bitonto. Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha deciso di accogliere la richiesta dei dirigenti scolastici degli istituti comunali posticipando l’apertura prevista per il 24 al 28 settembre.

Sardegna, 20 studenti in isolamento. Una insegnante dei corsi di recupero positiva al Covid e una ventina di alunni, in quarantena, in attesa di tampone. È accaduto alla scuola media di viale Sardegna a Terralba. Il plesso scolastico è stato sanificato ed è aperto.

Sicilia, chiuse scuole di Casa Santa e Palermo. Una maestra della scuola dell’infanzia “Primavere” di Casa Santa è risultata positiva al coronavirus. La scuola ha chiuso e i bambini sono stati posti in quarantena in attesa di effettuare i test. A Palermo, il 15 settembre, sono stati chiusi due asili nido comunali in seguito al riscontro di positività effettiva o potenziale di adulti legati alle due scuole. In entrambi i casi sono state avviate le procedure di sanificazione, in attesa che l’ASP dia l’autorizzazione alla riapertura. Lezioni sospese anche in una classe del liceo scientifico “Fardella” di Trapani, dopo che la mamma di uno studente è risultata positiva al Covid-19. Isolamento volontario per studenti e docenti del corso.

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS