Focus – Pipistrelli nel laboratorio di Wuhan, incalza il dibattito ma ancora nessuna risposta | TG24.info
Aggiornato alle: 10:37 di Martedi 27 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Focus – Pipistrelli nel laboratorio di Wuhan, incalza il dibattito ma ancora nessuna risposta

 ULTIME NOTIZIE
Focus – Pipistrelli nel laboratorio di Wuhan, incalza il dibattito ma ancora nessuna risposta
15 Giugno
19:00 2021

 

 

 

Dopo l’esclusiva diffusione di Sky News Australia del filmato girato all’interno del laboratorio di virologia di Wuhan, in cui si vedono chiaramente alcuni pipistrelli vivi chiusi nelle gabbie, tornano a sollevarsi i dubbi sull’origine del Covid: la Cina ha condotto esperimenti con i chirotteri nella struttura indicata?

Il video era stato realizzato dall’Accademia Cinese delle Scienze, registrato nel maggio del 2017, in occasione di una dimostrazione relativa alle misure di sicurezza da attuare in caso di incidente. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, lo ricordiamo, aveva bocciato come “complottistica” l’ipotesi di fuga del virus. Come è stata da sempre negata la presenza di pipistrelli nel laboratorio di Wuhan.
Sulla circostanza il New York Times ha raggiunto la virologa Shi Zhengli, che lavora per l’Istituto “incriminato” e rigetta con rabbia le accuse definendole infondate «Come diavolo posso darvi la prova di qualcosa su cui non esistono prove? Questa spazzatura viene riversata su una scienziata innocente». La dottoressa Shi torna a negare anche il sospetto dell’intelligence americana circa tre ricercatori impiegati nel laboratorio di Wuhan che si sarebbero ammalati di Covid-19, nel novembre del 2019, prima che l’epidemia si propagasse nel mondo «Non abbiamo avuto alcun caso, se potete, datemi i nomi dei tre per aiutarci a verificare».
Il laboratorio di Wuhan è uno dei due soli centri cinesi che hanno una sezione accreditata di Biosafety Level 4, la massima sicurezza. Tra gli esperimenti, la modifica di patogeni, potenziandoli, per studiarli meglio e valutare i rischi delle malattie infettive. Nel 2017 Shi ed i suoi colleghi hanno portato a termine uno studio in cui avevano creato nuovi “coronavirus ibridi” da campioni prelevati nei pipistrelli che infestavano le grotte dello Yunnan, con lo scopo di prevenire la loro capacità di replicarsi nelle cellule umane. Shi Zhengli assicura che non è stato commesso alcun passo azzardato o errore «Sono certa di non aver fatto niente di sbagliato, non ho niente da temere, la questione non ha alcuna base di evidenza scientifica». La scienziata non ha mai parlato di aver portato a Wuhan i pipistrelli che era andata a studiare: ed allora come si spiega la presenza di chirotteri nel laboratorio? A questo ancora non è stata data una risposta.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS