FOCUS – Mentre la Cina “insabbia” spuntano tre nuovi focolai e la terza variante è in Giappone | TG24.info
Aggiornato alle: 09:03 di Martedi 19 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

FOCUS – Mentre la Cina “insabbia” spuntano tre nuovi focolai e la terza variante è in Giappone

 ULTIME NOTIZIE
FOCUS – Mentre la Cina “insabbia” spuntano tre nuovi focolai e la terza variante è in Giappone
13 Gennaio
20:15 2021
Incalzano le voci sulla presunta intenzione da parte del governo cinese di insabbiare le origini del virus Covid-19.

Restano ignoti i motivi per cui il team dei 10 ricercatori che l’OMS stava per inviare a Pechino, la scorsa settimana, siano rimasti bloccati all’ultimo minuto dal governo cinese, che non ha concesso loro i visti di ingresso: c’era voluto un anno di trattative per “convincere” il regime. Gli scienziati avrebbero dovuto svolgere delle indagini specifiche sul Covid, un’inchiesta internazionale per appurare la genesi dell’epidemia.
La percezione è che si vogliano nascondere i dati, le cartelle cliniche e tutte le ricerche effettuate, apparentemente messi a disposizione dalla reggenza dell’estremo Oriente per lo studio ora negato. Non è una percezione: dal web sono spariti i dettagli delle 300 osservazioni condotte dal governo cinese sul laboratorio P4 di Wuhan, sospettato di essere il sito in cui ha avuto origine questa maledetta pandemia che ha già fatto circa 90 milioni di infettati in tutto il mondo e poco meno di 2 milioni di morti accertati.
Diventa sempre più accreditato il sospetto che Pechino abbia intenzionalmente fatto scomparire i riferimenti sulla fauna selvatica e sul suo consumo. Scomparsi anche gli studi fondamentali della virologa di Wuhan, Shi Zhengli, che da sedici anni preleva campioni di tessuto e sangue dai chirotteri che vivono nelle grotte della Cina per analizzare e trovare specifiche correlazioni tra le infezio delle diverse specie di pipistrelli e su come siano arrivate all’uomo.
E proprio in Cina scatta un nuovo allarme: le tre cittadine Shijiazhuang, Xingtai e Langfang, nella provincia dello Hubei, che conta circa 22milioni di abitanti, sono tornate ufficialmente in lockdown; bloccati anche i collegamenti stradali e ferroviari all’interno della provincia e con la capitale. La decisione del regime è arrivata in risposta ai 565 casi di Covid riscontrati negli ultimi giorni, focolai importanti che fanno tremare, dopo mesi di tranquillità.
Intanto il Ministero della Salute nipponico ha reso noto che è stata isolata in Giappone la terza variante del Covid. Il nuovo ceppo, appartenente al B.1.1.248, che presenta ben dodici mutazioni all’interno della proteina Spike, simile in parte alle diverse varianti segnalate nel Regno Unito ed in Sudafrica, è stato rilevato in quattro persone infette arrivate dal Brasile. Per le autorità sanitarie al momento non ci sono prove di una più elevata contagiosità: si sta studiando se possa causare sintomi gravi e se sia o meno resistente ai vaccini.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS