FOCUS – Covid, aperture ristoranti ma solo all’aperto … e chi non ha spazio all’esterno? (VIDEO) | TG24.info
Aggiornato alle: 21:00 di Venerdi 7 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

FOCUS – Covid, aperture ristoranti ma solo all’aperto … e chi non ha spazio all’esterno? (VIDEO)

 ULTIME NOTIZIE
24 Aprile
19:44 2021

 

 

(di Anna Ammanniti) Lunedì 26 aprile il mondo della ristorazione alza la serranda, ma solo per servire i clienti all’aperto!

Nella zona gialla i ristoranti da lunedì saranno aperti a pranzo e a cena, ma solo con i tavoli apparecchiati fuori, resta il coprifuoco alle 22. Per i ristoranti al chiuso la data da considerare è il 1° giugno, le parole d’ordine restano sempre distanziamento e mascherina. Si presenta ora un problema non indifferente: chi non ha sufficiente spazio all’esterno, come si regola? Conviene aprire l’attività per coperti al di sotto della decina? E chi vive in posti in cui è particolarmente freddo? Non si rischia così di privilegiare chi ha tanto spazio fuori e penalizzare di conseguenza quelle attività che non possono usufruire degli spazi esterni? A tutti questi problemi è da aggiungere il coprifuoco alle 22. Per ora di cena sarà sicuramente un pasto consumato velocemente e con non pochi disagi. Per i ristoratori questo provvedimento sarà sicuramente un’altra ardua sfida, le nuove misure scontentano troppi di loro! In un’intervista del direttore Tg24.info Alessandro Andrelli, andata in onda su Radio Day (https://fb.watch/542QoRB3cG/ ) i ristoratori Santa Greco (Taverna Gotica – Anagni) e Valerio Ricciardi (Il Locandiere De Core e De Panza – Acuto) espongono le perplessità legate alla riapertura solo all’aperto e al coprifuoco alle ore 22.

Santa Greco parla della riapertura prevista per metà marzo e poi rinviata, acquisti già effettuati e ulteriori perdite che sono andate ad aggiungersi alle spese sostenute l’estate scorsa per adeguare il locale ai protocolli anti contagio. Lei purtroppo non potrà riaprire lunedì, non ha sufficiente spazio all’esterno.

Stesso discorso per Valerio Ricciardi, avendo il locale nei pressi di un bosco, di sera è praticamente impossibile mangiare fuori, è ancora troppo freddo! La decisione del Governo ha scatenato la reazione di diverse associazioni tra cui TNI Tutela Nazionale Imprese Italia, di cui fa parte Santa Greco. Il gruppo TNI ha occupato la settimana scorsa l’autostrada A1 all’altezza di Incisa bloccando il traffico per 5 ore. Santa ci teneva a precisare che TNI è un’associazione pacifica che non ha mai fatto manifestazioni violente e che non ha avuto mai atteggiamenti contro le leggi come ad esempio le riaperture forzate. Si tratta di un’associazione impegnata sempre in iniziative pacifiche, nella ricerca del dialogo con le istituzioni. Santa a nome dell’associazione TNI ha chiesto scusa per il disagio causato con il blocco autostradale, ma è stato l’unico strumento usato per far arrivare al Governo i malumori di tutti i ristoratori.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS