Aggiornato alle: 17:20 di Lunedi 23 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Focus – Coronavirus: Scarichiamo “Immuni” per avere più sicurezza, salute e libertà

 ULTIME NOTIZIE
Focus – Coronavirus: Scarichiamo “Immuni” per avere più sicurezza, salute e libertà
05 Ottobre
12:37 2020
(di Anna Ammanniti) L’app. Immuni può essere un aiuto fondamentale per migliorare il tracciamento del Covid 19, ciò significherebbe avere più sicurezza, più salute e più libertà.

Immuni è l’applicazione creata per aiutarci a combattere la pandemia di COVID-19. L’app utilizza la tecnologia per avvertire gli utenti che hanno avuto un’esposizione a rischio, anche se sono asintomatici. Gli utenti che vengono avvertiti dall’app di un possibile contagio possono isolarsi per evitare di contagiare altri. Così facendo, aiutano a contenere l’epidemia e a favorire un rapido ritorno alla normalità. Venendo informati tempestivamente, gli utenti possono contattare il proprio medico di medicina generale e ridurre così il rischio di complicanze. A chi si è trovato a stretto contatto con un utente risultato positivo al Coronavirus, l’app invia una notifica che lo avverte del potenziale rischio di essere stato contagiato. Grazie all’uso della tecnologia Bluetooth Low Energy, questo avviene senza raccogliere dati sull’identità o la posizione dell’utente.  Le informazioni sugli utenti vengono agglomerate solo ed esclusivamente sui dispositivi mobili degli individui. Questo vuol dire che i server non sono in grado di identificare gli utenti, ma che sono soltanto gli utenti stessi a essere identificati mediante notifica push. Immuni è anonima, non viola assolutamente la privacy, scaricarla aiuta il sistema sanitario a monitorare meglio le eventuali trasmissioni e consente ai possibili contagiati di adottare subito le necessarie misure affinché non si contagino altre persone. Tg 24.info aderisce all’iniziativa del Foglio, il giornale diretto da Claudio Cerasa ha lanciato la scorsa settimana una proposta a tutti i giornali italiani, quella di regalare uno spazio all’app. Immuni, per spiegare perché avere più tracciamento significa avere più sicurezza, più salute e più libertà. L’Italia come ha riconosciuto anche Angela Merkel, ha dimostrato di essere pronta a gestire la pandemia Coronavirus meglio di altre nazioni europee, tuttavia l’incremento sensibile dei contagi di questi giorni fa presagire una nuova ondata piuttosto violenta di Covid, bisogna quindi alzare l’attenzione ed essere più meticolosi nell’osservare le tre regole: distanziamento, mascherina e igiene delle mani. Scaricare Immuni è un’arma in più contro questo malefico virus. Claudio Cerasa, direttore del Foglio ha spiegato che l’obiettivo della sua proposta è quello di eguagliare l’esperimento fatto dalla stampa inglese. Lo scorso weekend tutti i giornali inglesi sono usciti con una pubblicità in prima pagina per promuovere la app inglese dedicata al tracciamento anti Covid, con la stessa tecnologia di Immuni. Dieci milioni di download a quattro giorni dal rilascio della app e con una crescita esponenziale che ha portato fino a pochi giorni fa toccare quota 12 milioni di download. In Italia al 30 settembre sono più di 6 milioni le persone che hanno scaricato l’app Immuni. Il numero dei download sembra abbia subito un incremento nel mese di settembre, probabilmente spinto dall’inizio dell’anno scolastico e dall’aumento della curva dei contagi. Tuttavia questo incremento non sarebbe ancora sufficiente per contenere il virus in maniera efficace. L’iniziativa del Foglio è stata rilanciata dal ministro della Salute Roberto Speranza e dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. “L’App Immuni è molto importante. Ogni nuovo download è un contributo alla lotta al virus. Più siamo in grado di tracciare meno avremo bisogno di misure restrittive”.

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS