Focus – Caos vaccini “ad ottobre richiudiamo tutto”. Ed i richiami eterologi? | TG24.info
Aggiornato alle: 16:30 di Venerdi 30 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Focus – Caos vaccini “ad ottobre richiudiamo tutto”. Ed i richiami eterologi?

 ULTIME NOTIZIE
Focus – Caos vaccini “ad ottobre richiudiamo tutto”. Ed i richiami eterologi?
14 Giugno
11:00 2021

 

 

 

È sconcertante la previsione del virologo Roberto Burioni riportata in un tweet successivamente allo stop di AstraZeneca sotto i 60 anni.

«Direi che si stanno creando tutte le premesse perché la gente inizi a diffidare dei vaccini rifiutando la vaccinazione e a causa dell’alto numero di non vaccinati a ottobre richiudiamo tutto». Una sorta di “profezia”, un avvertimento che, sicuramente, mira a rimarcare quanto sia essenziale vaccinarsi per raggiungere l’immunità di gregge necessaria a sconfiggere il Covid.
Burioni aggiunge «Abbiamo di vaccini che possono salvarci e stiamo facendo di tutto, con una comunicazione scellerata, per scoraggiare i cittadini a sottoporsi alla vaccinazione. La scelta individuale è tra acquisire l’immunità ora con il vaccino o in autunno con la malattia», un chiaro riferimento ad una eventuale nuova ondata del virus.
Intanto il dibattito si sposta sui richiami eterologi, ovvero la seconda dose somministrata con siero Pfizer o Moderna, a RNA messaggero, anche per coloro che hanno ricevuto la prima inoculazione AstraZeneca, escludendo pure J&J, entrambi a vettore virale. Il Comitato Tecnico Scientifico assicura che i timori della popolazione relativi a dosi di vaccino non uguali, sono immotivati: non si tratta di un “mix” o di un “cocktail” o di “un esperimento su cavie”, la combinazione di sieri diversi è già stata approvata “in seguito ad attente valutazioni” in Francia, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia e Regno Unito.
Francesco Vaia, Direttore Sanitario dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma, aggiunge «Dobbiamo evitare di mettere in discussione lo strumento vaccino. Tutti i vaccini sono buoni per evitare la malattia grave e l’ospedalizzazione, dipende da come li utilizziamo. Tutti i vaccini possono darci delle reazioni avverse. Tutti i vaccini hanno una bassissima percentuale di possibilità di essere contagiati, con una scarsissima sintomatologia e non grave. Tutti i vaccini ci evitano il pericolo più importante della ospedalizzazione, dell’eventuale rianimazione e mortalità».
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS