Aggiornato alle: 19:02 di Mercoledi 15 Luglio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Fiuggi – Banconote false ai commercianti, smascherati due fratelli

 ULTIME NOTIZIE
Fiuggi – Banconote false ai commercianti, smascherati due fratelli
30 Giugno
16:59 2020
Ottima operazione dei Carabinieri della Stazione di Fiuggi, i quali guidati dal comandante Raffaele De Somma hanno inchiodato un 25enne di Adrano (provincia di Catania), che con la complicità del fratello 21enne metteva in circolazione un numero indeterminato di banconote da 100 euro contraffate.

Gli uomini del luogotenente De Somma con i colleghi del Comando Carabinieri Antifalsificazione Monetaria di Roma, collaborati della Polizia Locale veneta, nel pomeriggio di ieri a Caorle (VE) hanno dato esecuzione a carico di un 25enne già censito per reati specifici, alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Adrano e contestuale obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria emessa dalla Procura della Repubblica di Frosinone, per concorso continuato in spendita di banconote false e sostituzione di persona. Gli agenti della Polizia Locale di Caorle, dopo averlo fermato ieri e controllato nel centro cittadino, sulla scorta della nota diramata in tutto il territorio nazionale dai Carabinieri a carico del giovane resosi irreperibile, hanno allertato i militari della Stazione di Fiuggi, che hanno immediatamente dato esecuzione alla misura. L’articolata e complessa indagine è partita a dicembre scorso in seguito alla spendita di alcune banconote false avvenute a Fiuggi ed Anagni a danno di commercianti del posto. I militari di Fiuggi con i colleghi romani del Comando Antifalsificazione Monetaria, anche con l’ausilio di attività tecniche, hanno catalizzato le attenzioni investigative nei confronti del 25enne. L’uomo con la complicità del fratello, denunciato e coindagato dello stesso procedimento e con altri complici al momento non identificati, con più azioni esecutive dello stesso disegno criminoso, non essendo concorso nella contraffazione ma di concerto con un intermediario allo stato non identificato, riceveva e deteneva al fine di metterle in circolazione e inoltre spendeva un numero indeterminato di banconote da 100 euro contraffatte. A volte l’uomo si era anche spacciato per carabiniere, per trarre in inganno le vittime. Nel corso dell’indagine i Carabinieri di Fiuggi hanno accertato e documentato i due fratelli che tra il mese di dicembre 2019 ed il febbraio 2020 spacciavano soldi falsi anche nelle province di Viterbo, L’Aquila, Rieti, Firenze e Pisa. L’inchiesta ha evidenziato come il 25enne costantemente dedito all’attività illecita e quindi non solo di un fatto isolato, si muoveva su tutto il territorio nazionale, ponendo in essere condotte criminose. La cattura è stata difficile, ma la tenacia dei Carabinieri di Fiuggi ha avuto la meglio. I soggetti sono di elevato spessore criminale, ma le attività investigative hanno permesso di smascherarli ponendo fino al tour criminale che da tempo ponevano in essere in tutta Italia.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE