Aggiornato alle: 04:00 di Lunedi 18 Novembre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Fiuggi – A migliaia per l’Incontro Nazionale Giovanile ADI-IBI (video)

 ULTIME NOTIZIE
04 Novembre
19:10 2019
Da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre, il Palaterme ha ospitato oltre 2.300 giovani giunti da ogni parte d’Italia per partecipare al 44° incontro nazionale giovanile ADI-IBI.

Con la premessa “È sempre più urgente che il messaggio evangelico pentecostale sia vissuto e annunciato fedelmente”, l’Istituto Biblico Italiano organizza annualmente l’Incontro Nazionale Giovanile per incoraggiare le giovani generazioni a servire il Signore secondo il modello biblico, consacrandosi all’evangelizzazione e alla missione.

Il messaggio di quest’anno: “Sognare” e “avere visioni” sono verbi difficili da pronunciare in un tempo in cui la durezza della realtà in cui viviamo è in netto contrasto con le visioni che abbiamo. Oggi più che mai viviamo in una società che impedisce a moltissimi giovani di avere speranza per il futuro, in un mondo talvolta crudele che spesso paralizza ogni sogno ed ogni possibile visione. Pensiamo ai tanti giovani senza lavoro, senza prospettive: giovani che studiano, ma non sanno se i loro sforzi varranno a qualcosa; giovani bloccati da pressioni e paure che si ergono come muri, impedendo loro di guardare “oltre”; giovani frustrati a causa di prospettive assenti, progetti irrealizzabili, desideri sinceri eppure così irraggiungibili che i più forti gettano la spugna. Come gabbiani senza un progetto di volo, destinati al massimo a zampettare da uno scoglio all’altro. Tuttavia, per i giovani del popolo di Dio è tempo di “visione”: quella santa e divina prospettiva che spinge milioni di giovani in tutto il mondo a consacrarsi maggiormente al Signore con nuove speranze”.

L’Incontro Nazionale Giovanile è indirizzato a coloro che ricercano una reale visione spirituale per non sprecare la loro vita; a coloro che hanno ricevuto una visione, ma hanno perso le forze e si sono rassegnati; a coloro che vogliono vivere e “fare la differenza” nella loro vita, nella loro casa, nella loro chiesa e nella società così bisognosa della manifestazione dei figli di Dio”. L’evento, riuscitissimo, ha avuto naturalmente benefici effetti sul turismo della città termale.

Jackal

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE