Ferentino – Morta sospetta di un’anziana donna. La famiglia denuncia l’ospedale Spaziani | TG24.info
Aggiornato alle: 13:10 di Sabato 31 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ferentino – Morta sospetta di un’anziana donna. La famiglia denuncia l’ospedale Spaziani

 ULTIME NOTIZIE
Ferentino – Morta sospetta di un’anziana donna. La famiglia denuncia l’ospedale Spaziani
01 Gennaio
11:39 2021

 

 

 

 

 

(di Anna Ammanniti) Un caso finito sul banco dei Carabinieri. Una famiglia della città gigliata ha denunciato l’ospedale Spaziani di Frosinone, ritenendo il personale responsabile della morte dell’anziana madre che non avrebbe ricevuto le dovute cure.

La scorsa estate un’anziana donna di 84 anni residente a Ferentino è stata ricoverata all’ospedale del capoluogo. La donna soffriva di demenza senile e a causa dell’emergenza Coronavirus, i familiari non potevano accedere ai reparti. Le notizie inerenti allo stato di salute dell’anziana venivano fornite telefonicamente ai parenti. Alla signora era stata diagnosticata una polmonite bilaterale non dovuta al Covid. Successivamente, nel mese di agosto, ai parenti fu consentito di effettuare brevi visite, gli stessi constatarono come la donna fosse immobile nel letto e con l’ossigeno. Era quindi impossibilitata ad alzarsi. I familiari chiesero rassicurazioni ai sanitari, i quali tranquillizzarono i parenti affermando che la donna riceveva una giusta igiene personale, veniva fatta alzare, operazione necessaria per evitare le piaghe da decubito. A metà settembre l’ospedale dimise la donna, tornata a casa venne accudita dai familiari e da un’infermiera privata. I parenti nell’accudire l’anziana notarono delle piaghe preoccupanti nella parte inferiore della schiena e sulle braccia. Le piaghe sulla schiena erano aperte e manifestavano segni preoccupanti di infezione. Molto probabilmente erano state causate dalla lunga permanenza nel letto dell’ospedale. Nonostante parenti e infermiera disinfettassero le ferite, l’infezione non si bloccò e ciò avrebbe portato, secondo i familiari, all’aggravamento delle condizioni di salute generale della donna fino al decesso, avvenuto il 22 settembre 2020. Il figlio della donna ha presentato denuncia ai Carabinieri di Ferentino sostenendo che le piaghe sono state prodotte da una condizione di immobilità nel letto di ospedale e dalla scarsa assistenza medica infermieristica. Alle dimissioni della donna i problemi respiratori erano stati risolti e l’aggravarsi delle condizioni di salute secondo i familiari è stato favorito da uno “stato di abbandono” da parte del nosocomio che avrebbe provocato le infezioni delle piaghe da decubito. Adesso sarà il giudice a valutare il caso e definire la responsabilità della morte della signora. (foto web)

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS