Aggiornato alle: 19:38 di Giovedi 20 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ferentino – L’opposizione fa il punto sul 2019: “Necessario più confronto per il bene della città”

 ULTIME NOTIZIE
Ferentino – L’opposizione fa il punto sul 2019: “Necessario più confronto per il bene della città”
21 Dicembre
21:30 2019

 

 

 

Conferenza stampa di fine anno per i consiglieri comunali di opposizione del Comune di Ferentino, Zaccari, Virgili e Berretta. Unico assente l’avvocato Collalti, per motivi familiari. Una mattinata, quella odierna, presso il Caffè Matteotti in pieno centro storico, non solo per fare il punto sull’attività politica ferentinate, a conclusione dell’anno 2019, ma anche per uno scambio di auguri con la stampa. C’è consapevolezza delle problematiche cittadine, volontà di migliorare la propria comunità, ma anche una sorta di mea culpa, per ciò che forse si poteva fare meglio, richiedendo di più dal proprio impegno politico.

Ognuno con la propria personalità, con il proprio carattere, ognuno con le proprie linee politiche, tre personalità a confronto, che siedono nei medesimi banchi in seno al Comune di Ferentino, quelli dell’opposizione. Luca Zaccari, Giuseppe Virgili e Maurizio Berretta.

“Quando ci siamo insediati nel 2018 abbiamo chiesto alla Maggioranza di poterci aprire le porte – esordisce Luca Zaccari -. Siamo qui a ribadirlo nuovamente. Tematiche come l’aumento della tassazione, il rilancio commercio, la salute, la questione delle società partecipate e la ben nota vicenda della STU sono ancora sotto gli occhi di tutti e meritano ancora tanto lavoro, tanta attenzione e tanta critica. Per non parlare della questione Cimitero, quella legata alla sicurezza e al fenomeno della tossicodipendenza. Torneremo a proporre il Daspo Urbano, così come maggiore partecipazione ai bandi per avere fondi da investire per il bene della cittadinanza, troppo scollata dall’attività amministrativa e politica”.

“Tutti dobbiamo fare un mea culta – è il primo commento di Giuseppe Virgili – e comprendere le problematiche della città che si percepiscono facendo attività politica e sociale. Io ho già fatto il mio bilancio in un’intervista al giornale Tg24 (clicca qui). Non siamo rappresentati dalla politica nazionale e regionale; sono loro che potrebbero fare e dare molto per il nostro territorio, ma in realtà non fanno nulla. La gente ha bisogno di un posto di lavoro che non c’è e ha bisogno di sanità, dove anche un semplice ricovero ospedaliero può diventare un grave problema cittadino. Sul problema sicurezza ci siamo sempre espressi e sappiamo le difficoltà che ci sono. L’attività amministrativa è come quella di un’azienda, che spesso necessita di maggiore confronto. Ho sempre avuto un’apertura nei confronti della maggioranza, ma questo non vuol dire essere d’accordo in toto, bensì confrontarsi continuamente e costantemente. Le esigenze del cittadino devo e saranno al primo posto, sempre e comunque, per me. Ribadisco, la questione turismo, è alla base del rilancio di questa città, sotto tutti i punti di vista”.

“L’atteggiamento è un po’ cambiato nei confronti della passata opposizione – confessa Maurizio Berretta, che ha all’attivo tanti anni tra maggioranza e opposizione a Ferentino -. Siamo forse maturati, abbiamo cercato sempre di comunicare maggiormente, ma non basta, ci sono ancora troppi muri. Il tema della sicurezza è stato portato avanti insieme. Sappiamo benissimo la questione Cimitero quanto sta cuore a tutti noi. Il Comune deve subentrare nei rapporti con l’azienda appaltatrice. E’ stato un 2019 nel quale con rammarico per il buon lavoro svolto c’è stato l’avvicendamento dell’assessore Martinez con Martini. Ho una grande amarezza in questo anno? La mancata approvazione del codice etico/deontologico che abbiamo richiesto a tutta l’assise. Abbiamo chiesto un atteggiamento esemplare, e invece la maggioranza ha bocciato la nostra proposta. Continuiamo ad avere enormi problemi con la differenziata, così come sulla questione Riserva Lago di Canterno sappiamo il grave disagio che si vive. Sulla questione sicurezza attendiamo con fiducia l’attuazione di un progetto presentato nel 2011. Sono stati assunti due nuovi Vigili Urbani, ma occorre maggiore presenza sul territorio. Sullo sport rimane irrisolta la questione accessibilità del campo di calcio. Un plauso alla cultura e agli eventi, questo va fatto, ma bisogna investire e fare di più”.

Un confronto personale, ognuno con i propri toni, ma comunque rispettoso nei confronti dell’incarico che i tre consiglieri comunali ricoprono a Ferentino e che intendono rafforzare con maggiore collaborazione con l’attuale amministrazione Pompeo.

Alessandro Andrelli

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE